Caos migranti, Musumeci non si ferma: “Se l’ordinanza non viene attuata ci rivolgiamo alla magistratura”

Caos migranti, Musumeci non si ferma: “Se l’ordinanza non viene attuata ci rivolgiamo alla magistratura”

CATANIA – È scontro tra Roma e il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in queste ore sotto i riflettori per la sua ordinanza sui migranti. Quest’ultima prevede la chiusura degli hotspot e dei centri di accoglienza entro la mezzanotte di oggi.


Basta sbarchi sull’Isola, è questo l’obiettivo del governatore. Quest’ultimo oggi è tornato a esprimersi sul punto, in compagnia dell’assessore alla Salute Ruggero Razza, nel corso di una conferenza stampa al Palazzo della Regione di Catania: “Il Viminale non può rispondere con un comunicato e dirci che non abbiamo competenza sui migranti: se avessi potuto gestire io questa situazione, non avremmo avuto 11mila migranti”.


Un’affermazione, quella di Musumeci, scaturita in seguito a una risposta arrivata da Roma in cui si sostiene che l’ordinanza del governatore “non ha alcun valore” poiché “l’immigrazione è di competenza statale”.


Tuttavia, tali parole non sono bastate a placare l’ira di Nello Musumeci che, ancora una volta, ribatte: “Aspettiamo la mezzanotte. Se i soggetti che sono chiamati a dare attuazione alla mia ordinanza non dovessero farlo a noi rimane solo una strada: rivolgerci alla magistratura“.



Immagine di repertorio