Il Calcio Catania nel caos con “I Treni del Gol”: 19 gli indagati. IL VIDEO

Il Calcio Catania nel caos con “I Treni del Gol”: 19 gli indagati. IL VIDEO

CATANIA – Stamattina Catania si è svegliata nel caos e con la delusione dei tifosi a seguito dell’operazione denominata “I treni del gol” che è stata poi presentata durante la conferenza stampa della polizia

Già dalla notte appena trascorsa sono in manette il presidente del Calcio Catania Nino Pulvirenti, l’amministratore delegato Pablo Cosentino, l’ex direttore generale Daniele Delli Carri insieme con altre quattro persone. Tutti sono agli arresti domiciliari.

Le accuse per tutti sono: associazione a delinquere finalizzata a realizzare un numero indeterminato di delitti di frode in competizioni sportive al fine di influire e alterare il naturale esito delle partite di calcio del campionato di serie B.

Le partite interessate per le indagini sono cinque: Varese – Catania 0-3; Catania – Trapani 4-1; Latina – Catania 1-2; Catania – Ternana 2-0; Catania – Livorno 1-1; Catania Avellino 1-0. 

Il modus operandi si articolava in due fasi, la prima riguardava l’organizzazione e la seconda fase era quella conclusiva con lo scambio.

Il tutto, secondo l’accusa, si articolava nel seguente modo: Pulvirenti veniva affiancato da Giovanni Imperlizzeri, che era il finanziatore, dopo di che Piero Di Luzio individuava i calciatori “sensibili”, denominati in codice “treni”, che a loro volta venivano segnalati a Fernando Arbotti, procuratore sportivo e agente FIFA.

Il costo di ogni partita si aggirava sempre intorno a 10.000 euro e Pulvirenti si occupava della consegna del denaro. 

Le  indagini della polizia scattano ad aprile, il periodo più critico per la squadra catanese che rischia la retrocessione. È quello il periodo in cui gli agenti hanno svolto il lavoro di intercettazione e pedinamento con tanto di foto e video in cui si vede il presidente Pulvirenti nell’attimo della consegna del denaro.

Già nella mattinata altri avvisi di garanzia sono stati notificati a Pietro Lo Monaco, Fabrizio Terrigno del Messina Calcio, ma in questo caso la partita sotto i riflettori è Messina contro Ischia; i giocatori di cui si sta vagliando la posizione sono Alessandro Bernardini del Livorno, Riccardo Chiamozzi del Trapani, Pagliarullo e Daì del Trapani, Matteo Bruscagin del Latina.

I nomi degli indagati non sono stati resi tutti noti ma durante la conferenza stampa il Questore di Catania, Marcello Cardona, ha dichiarato che questi sono arrivati già a 19. 

Commenti