Bruciarono vivo un anziano per noia: Tribunale di Catania condanna a 16 anni uno dei due imputati - Newsicilia

Bruciarono vivo un anziano per noia: Tribunale di Catania condanna a 16 anni uno dei due imputati

Bruciarono vivo un anziano per noia: Tribunale di Catania condanna a 16 anni uno dei due imputati

CATANIA – La Corte di Appello di Catania avrebbe condannato a 16 anni di reclusione per omicidio Marco Gennaro, uno dei due giovani che nella notte tra l’1 e il 2 ottobre 2016 avrebbero picchiato e bruciato vivo un anziano.

Il 22enne siracusano inizialmente era stato condannato a 10 anni, mentre al suo complice – Andrea Tranchina, 21enne – spettavano 20 anni di reclusione.


Secondo una prima ricostruzione messa in atto dagli inquirenti, infatti, sembrerebbe che entrambi gli indagati si siano intrufolati nella casa della loro vittima, Giuseppe Scarso: lì, però, sarebbe stato Tranchina a versare sul corpo dell’80enne del liquido infiammabile e a dargli fuoco.

Le ustioni avrebbero poi ucciso l’uomo dopo quasi due mesi di agonia all’ospedale Cannizzaro di Catania.