“Brucia” la Sicilia, domenica di fuoco con temperature oltre i 40°C. Allerta su Catania, Messina e Palermo

“Brucia” la Sicilia, domenica di fuoco con temperature oltre i 40°C. Allerta su Catania, Messina e Palermo

PALERMO – L’ondata di calore, che oramai da giorni investe la Sicilia, sembra non voler dare tregua. Anche per domani, domenica 2 agosto, è previsto un nuovo innalzamento delle temperature.


La causa di questa forte ondata è da addebitarsi alla presenza di un campo di alta pressione (aria calda in gergo popolare), posizionato sul Mediterraneo centro-occidentale, che oltre a garantire tempo stabile e soleggiato sulla Sicilia, provoca l’innalzamento delle temperature massime fino a livelli molto elevati.


Per la giornata di domani, inoltre, non sono previsti fenomeni rilevanti per quanto riguarda le precipitazioni (piogge) e condizioni dei bacini marittimi. I venti, invece, saranno moderati nord-occidentali sulla Sicilia sud-occidentale e deboli di direzione variabile altrove, con rinforzi di brezza nelle ore centrali della giornata.


Le temperature saranno ancora molto elevate e il tasso di umidità si aggirerà intorno al 20-40%, facendoci percepire un calore più intenso. Per tali ragioni, il dipartimento della Protezione civile della Presidenza della Regione Siciliana ha emanato allerta livello 3 su 3 (rosso) per rischio ondate di calore per la provincia di Palermo e livello 1 (giallo) per la provincia di Catania e Messina.



Si ricorda che con l’allerta rischio ondate di calore, di diverse intensità, si segnala la possibilità di rischi per la salute per la popolazione, soprattutto nel caso in cui il livello sia 3 su 3.

Nel dettaglio, la provincia più calda sarà Agrigento con temperature massime fino a 41°C e minime a 24°C. Invece, il territorio più “freddo”sarà Enna con massime fino a 34°C e minime a 18°C.

Poco distanti dalla provincia più “bollente” troviamo Catania con massime a 39°C e minime a 26°C e il Ragusano e il Siracusano con valori massimi a 39°C e minimi a 21°C.

Nel Palermitano e nel Trapanese, invece, picchi massimi fino a 34/35°C e minimi a 23°C e nel Messinese massimi a 34°C e minimi a 27°C.

Infine, in provincia di Caltanissetta, temperature massime a 38°C e minime a 20°C.

Si raccomanda quindi cautela e in particolare di evitare o ridurre l’esposizione all’aria aperta nelle ore più calde della giornata, tra le 12 e le 18, soprattutto per le fasce di popolazione maggiormente sensibili quali i bambini, gli anziani, i soggetti affetti da asma, patologie respiratorie e cardiovascolari.

Inoltre è consigliato:

  • migliorare gli ambienti domestici e di lavoro facendo ricorso a condizionatori e ventilatori;
  • bere molto (evitando alcolici); vestire con indumenti di cotone, lino o fibre naturali e all’aperto indossare cappelli leggeri e di colore chiaro;
  • fare pasti leggeri, preferendo la pasta, la frutta e la verdura alla carne e ai fritti;
  • dare molta acqua fresca agli animali domestici e lasciarla in zone ombreggiate.

Fonte immagine: University of Athens