Boss morto in incidente stradale, vietati funerali pubblici: cerimonia privata al cimitero all'alba - Newsicilia

Boss morto in incidente stradale, vietati funerali pubblici: cerimonia privata al cimitero all’alba

Boss morto in incidente stradale, vietati funerali pubblici: cerimonia privata al cimitero all’alba

COMISO – Funerali pubblici vietati per Mario Campailla, il boss 56enne morto in un incidente stradale autonomo mentre stava percorrendo a bordo di un mezzo a due ruote la Strada Provinciale 20, che collega Comiso e Santa Croce Camerina. L’uomo avrebbe perso il controllo della moto, per cause ancora in fase di accertamento, e si sarebbe schiantato contro il guardrail della corsia opposta.

La decisione di vietare le esequie pubbliche è stata presa dal questore di Ragusa, Salvo La Rosa.



Il rito funebre si è così svolto, intorno alle 6 del mattino, al cimitero di Comiso alla presenza di una trentina di familiari e dei poliziotti e dei carabinieri che presidiavano l’area.

Campailla, detto anche “Saponetta“, era stato condannato in via definitiva per mafia ed era considerato dalla Direzione nazionale antimafia il reggente del clan degli Stiddari del comune in provincia di Ragusa.


Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.