Bare non tumulate e presunte mazzette al cimitero dei Rotoli: Orlando ascoltato in Procura

Bare non tumulate e presunte mazzette al cimitero dei Rotoli: Orlando ascoltato in Procura

PALERMO – Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, questa mattina sarebbe stato ascoltato dalla Procura del capoluogo.


Il primo cittadino, trattenuto all’interno degli uffici per quasi due ore, sarebbe stato interpellato come testimone nell’ambito di un’inchiesta che riguarda il cimitero dei Rotoli partita lo scorso febbraio.


La bufera scattò quando vennero scoperte numerose bare non tumulate e accatastate anche in luoghi di fortuna, non preposti a magazzino. Inoltre, secondo le indagini sarebbero state accettate delle mazzette in cambio di un loculo che di diritto sarebbe spettato a qualcun altro.


L’attività investigativa avrebbe fatto emergere un sistema di corruzione ben collaudato che riguarderebbe l’ex direttore, impiegati e operai della struttura.

Recentemente l’ex assessore Roberto d’Agostino, coinvolto nella vicenda giudiziaria, ha comunicato le sue dimissioni.


Immagine di repertorio