Aveva installato un contatore abusivo, la Corte d’Appello di Palermo accoglie il ricorso: licenziamento legittimo

Aveva installato un contatore abusivo, la Corte d’Appello di Palermo accoglie il ricorso: licenziamento legittimo

PALERMO – Oggi la Corte d’Appello di Palermo ha accolto il ricorso dell’Amap nei confronti di un dipendente che aveva installato un contatore abusivo.

I giudici hanno ha rigettato la domanda proposta da G.N., ex dipendente dell’Amap, l’azienda che si occupa della gestione del servizio idrico a Palermo e provincia, riconoscendo la piena legittimità del licenziamento disposto nei suoi confronti il 22 gennaio 2018.


Il dipendente era stato accusato di aver installato abusivamente un contatore idrico non censito presso l’azienda, favorendo così il furto d’acqua da parte dei privati.

In primo grado, invece, nel dicembre 2019 il Tribunale di Palermo aveva ritenuto illegittimo il licenziamento del dipendente e aveva disposto che l’azienda lo riammettesse in servizio. Contro quella decisione l’Amap, assistita dall’avvocato Ferdinando Caronia, si era opposta “incassando” oggi il risultato.


Immagine di repertorio