Auto Enjoy vandalizzate e la società lascia Catania: tanta l'amarezza tra i cittadini - Newsicilia

Auto Enjoy vandalizzate e la società lascia Catania: tanta l’amarezza tra i cittadini

Auto Enjoy vandalizzate e la società lascia Catania: tanta l’amarezza tra i cittadini

CATANIA – A Catania la scorsa settimana si è abbattuta un’altra tegola, dopo quella relativa al dissesto delle casse comunali. La ditta di noleggio auto e scooter Enjoy, che negli ultimi tre anni ha gestito il servizio di car sharing nel capoluogo etneo, ha deciso di lasciare la città a partire dal prossimo 20 maggio.

I motivi di questa decisione sarebbero, secondo una nota rilasciata lo scorso 18 aprile da Eni, l’azienda multinazionale che gestisce il brand Enjoy, il disinteresse di molti cittadini nell’utilizzare il servizio, ma soprattutto i numerosi atti vandalici compiuti ai danni delle auto.



Quest’ultimo è un elemento che indigna buona parte dei catanesi, costretti ad assistere all’ennesimo smacco nei confronti della loro città. Una grave perdita anche in virtù del fatto che il capoluogo etneo a partire dal 2016, anno di insediamento del servizio, era l’unica città della Sicilia a disporre del servizio di noleggio di mezzi sia a quattro che a due ruote attraverso la sottoscrizione di un abbonamento.

Anche in questo caso abbiamo sentito le opinioni dei cittadini per le vie del centro storico e dalle loro parole traspare non poca amarezza, con riferimento al livello molto basso del senso civico degli autori degli atti vandalici. Giovanni, Michele e la signora Lo Presti affermano che le distruzioni delle auto, oltre a essere esclusivamente delle colpe da attribuire ai delinquenti, portano a queste conseguenze, anche perché chi ha investito in questo servizio non ci ha guadagnato proprio nulla.


Giuseppe, studente universitario, la definisce una grande perdita per la città, dato il grande uso che molte persone ne hanno fatto. Infine Filippo, impiegato in polizia: “Tutto questo porta un grave danno d’immagine a Catania, in quanto rappresenta un brutto biglietto da visita per i turisti”.

Adesso in molti si chiederanno se a questo insuccesso ne seguiranno altri oppure comincerà una nuova era per il capoluogo etneo e se il nuovo servizio di Io Guido rappresenterà davvero una svolta in positivo.

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.