Attività commerciali nel mirino della polizia: sanzioni e chiusura dell'esercizio - Newsicilia

Attività commerciali nel mirino della polizia: sanzioni e chiusura dell’esercizio

Attività commerciali nel mirino della polizia: sanzioni e chiusura dell’esercizio

MESSINA – La polizia di Stato si è occupata di eseguire controlli amministrativi sulle attività commerciali. L’ufficio di prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura, in collaborazione con il personale della polizia Municipale sezione Annona e i tecnici della prevenzione del SIAN – A.S.P., ha effettuato alcuni sopralluoghi nella zona centrale di Messina.

Nello specifico sono stati controllati tre locali, due di somministrazione di alimenti e bevande e un minimarket alimentare e internet point.



In tutti e tre i locali sono state rilevate delle violazioni, sia sotto il profilo amministrativo che sanitario. Di conseguenza sono state irrogate elevate sanzioni, per un valore superiore a 20mila euro.

Per una delle tre attività è stata anche predisposta la chiusura di una parte del locale per problemi strutturali. Inoltre, sono stati sequestrati 38 chili di carne congelata perché priva di bollatura sanitaria.


Ulteriori controlli amministrativi sono stati effettuati anche dalla polizia Stradale che ha svolto un’accurata verifica su un’azienda di rivendita auto.

Gli accertamenti hanno consentito di verificare che la documentazioni dell’azienda si riferiva a locali situati in un altra ubicazione. In questo caso il titolare si è giustificato scaricando le responsabilità su ritardi burocratici legati al cambiamento di destinazione d’uso del locale.

Alla fine dei controlli, oltre alla notifica delle sanzioni,è stato avviato il procedimento di chiusura immediata dell’esercizio di vendita.

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.