Apprensione nel Siracusano, 14 contagi in 24 ore: positivi in una comitiva rientrata da Malta

Apprensione nel Siracusano, 14 contagi in 24 ore: positivi in una comitiva rientrata da Malta

SIRACUSA – Apprensione in tutto il Siracusano, dove la situazione dei contagi non sembra volersi arrestare. Secondo quanto comunicato dal sindaco di Noto, Corrado Bonfanti, nelle ultime 24 ore sarebbero stati registrati ben 14 nuovi positivi tra Siracusa e provincia, “tutti asintomatici o paucisintomatici“.


Due di questi avrebbero colpito il comune di Noto, ma il primo cittadino ha rassicurato che “sono attualmente in quarantena fiduciaria all’interno di un’abitazione di Lido di Noto“.


Nel suo lungo post Facebook, Bonfanti ha anche lanciato un appello a tutta la popolazione: “Così come anticipato nella mia precedente comunicazione video, la situazione rischia di degenerare con gravi ripercussioni per la salute pubblica. Maggiormente coinvolti sono i giovani arrivati da ogni parte dell’Italia e dell’Europa, così come giovani sono le due persone in quarantena. Rispettate il distanziamento sociale e indossate le mascherine!“.



In collaborazione con la Prefettura e le forze dell’ordine si stanno mettendo a punto le disposizioni adeguate a contrastare il formarsi degli assembramenti in occasione della notte di San Lorenzo e Ferragosto, oltre alla movida serale nei centri d’incontro dei nostri ragazzi“, ha concluso il sindaco di Noto.

Ricordiamo che in alcuni comuni siciliani, come Vittoria (con limiti dalle 21 alle 6) e in altri del Ragusano, è stato vietato l’accampamento in spiaggia per evitare falò e assembramenti durante le festività di San Lorenzo e Ferragosto.


Sembrerebbe, inoltre, che in un altro comune in provincia di Siracusa siano stati registrati altri contagiati. Questi farebbero parte di una comitiva partita a Malta e tornata recentemente in Sicilia. Le autorità sanitarie, una volta scoperti i positivi, starebbero cercando di tracciare tutte le persone facenti parte di tale comitiva.

Immagine di repertorio