Appesa a un filo la vita della donna incinta tornata da Londra: attesa per cesareo d’urgenza, il tempo scorre

Appesa a un filo la vita della donna incinta tornata da Londra: attesa per cesareo d’urgenza, il tempo scorre

PALERMO – Ancora appesa a un filo la vita della giovane donna incinta ricoverata all’ospedale Cervello di Palermo. La 34enne arrivava da Londra quando avrebbe scoperto di essere infetta: lì sarebbe iniziato un lungo calvario che continua ancora oggi.

Pare infatti che le condizioni della futura mamma siano ancora gravi e che al momento non sia nemmeno autosufficiente, anche a seguito della recente trasfusione di plasma iperimmune arrivato nelle scorse notti.


L’idea dei medici – in caso di ulteriori aggravamenti – sarebbe quella di effettuare un parto cesareo d’urgenza.

Al momento pare si aspetti “l’ultimo secondo”, in modo da permettere al feto di continuare a crescere il più possibile.



Immagine di repertorio