Annuncio choc di Conte: “Stato d’emergenza fino al 31 dicembre”. Immediate le reazioni politiche

Annuncio choc di Conte: “Stato d’emergenza fino al 31 dicembre”. Immediate le reazioni politiche

Stato di emergenza fino al 31 dicembre“, queste le parole del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Lo ha annunciato nella tarda mattinata di oggi a Venezia, dove si è recato per la cerimonia generale del Mose.

Se effettivamente lo stato di emergenza verrà prolungato ancora non è chiaro, ma fin da subito le pesanti affermazioni di Conte hanno provocato delle reazioni politiche.


Immediata la risposta dell’ex alleato di governo, Matteo Salvini che sulle sue pagine social ha commentato in questo modo: “No grazie! Gli Italiani meritano fiducia e rispetto, donne e uomini eccezionali che hanno dimostrato buon senso e generosità che adesso vogliono vivere, lavorare, amare. Con tutte le attenzioni possibili, la Libertà non si cancella per decreto“.

Anche dalla maggioranza arrivano alcune perplessità: “Se il governo vuole prorogare lo stato di emergenza venga prima in Parlamento a spiegarne le ragioni“, commenta così Stefano Ceccanti del Partito Democratico.


Ancora nulla di deciso, ma secondo Conte lo stato di emergenza servirebbe a monitorare l’andamento del virus e garantirebbe l’accesso ad alcuni strumenti.

Immagine di repertorio