Anche orge tra le vicende della “caserma degli orrori”: ai domiciliari il comandante palermitano

Anche orge tra le vicende della “caserma degli orrori”: ai domiciliari il comandante palermitano

PETRALIA SOTTANA – La caserma “scandalo”, sequestrata a Piacenza – primo caso in Italia – dove sono stati arrestati 6 carabinieri  per i reati di spaccio, estorsione e tortura, sembra essere stata anche la location di un’orgia.


Il dettaglio sembra essere emerso da una conversazione di due arrestati, secondo cui il “festino“si sarebbe svolto in un ufficio del comandante, Marco Orlando, cinquantenne, maresciallo maggiore, originario di Petralia Sottana in provincia di Palermo.


Sicuramente non è classificabile come reato, ma si aggiunge alla lunga lista di “orrori” che pare che gli uomini dell’Arma già dal 2017 mettessero in atto: spaccio di droga, arresti falsificati, perquisizioni illecite e poi tanta violenza, brutale e gratuita, fino alle torture, sui pusher che non volevano collaborare.


Marco Orlando sarebbe adesso agli arresti domiciliari.



Immagine di repertorio