Al Pronto Soccorso per dolori addominali, Daniela Santoro muore dopo le dimissioni: aperta un’indagine

Al Pronto Soccorso per dolori addominali, Daniela Santoro muore dopo le dimissioni: aperta un’indagine

PALERMO – Una donna di 49 anni, Daniela Santoro, è deceduta dopo essere stata dimessa dall’ospedale Cervello del capoluogo siciliano.

La morte è avvenuta il 12 ottobre scorso, quando, per dolori addominali, si era recata al Pronto Soccorso di Villa Sofia; era ancora al triage quando le sue condizioni fisiche sono peggiorate sino a giungere ad un arresto cardiocircolatorio.



La vittima, che lavorava in un’autoscuola, qualche tempo prima si era rivolta ai soccorsi del Cervello, dove è stata poi ricoverata nel reparto di Chirurgia toracica, e dimessa dopo qualche giorno.

Secondo il parere dei familiari, Daniela non avrebbe ricevuto le giuste cure; da qui la decisione di sporgere denuncia alla polizia, che ha proceduto al sequestro della cartella clinica, in attesa che i primari dei due reparti coinvolti nell’accaduto, stendessero le relazioni che ricostruissero la vicenda.


Raccolto il materiale, la Procura di Palermo ha aperto un’indagine che sicuramente chiarirà tutti i dubbi dei familiari, attraverso l’autopsia; la salma della donna è stata infatti trasferita all’istituto di medicina legale del Policlinico.

Tanto il dolore dei familiari e degli amici, che avrebbero voluto festeggiare con Daniela i suoi 50 anni, pochi giorni dopo la sua tragica morte. Una tristezza infinita riversata anche sui social: “Non posso credere che sia successo proprio a te”, si legge. “Ricordo i pomeriggi passati a scuola guida a ridere, chiacchierare e scherzare“. E ancora: “Eri una brava persona, ottima insegnante, severa nello studio ma allo stesso tempo amorevole, simpatica e comprensiva”.

Immagine di repertorio