Aggredisce poliziotti con calci, pugni e testate: arrestato 42enne - Newsicilia

Aggredisce poliziotti con calci, pugni e testate: arrestato 42enne

Aggredisce poliziotti con calci, pugni e testate: arrestato 42enne

VITTORIA – Una volante della polizia di Stato di Vittoria, durante un normale servizio di prevenzione e controllo, mentre percorreva la Strada Provinciale 31, in direzione Scoglitti, transitando di fronte a un noto bar, ha notato un individuo che si aggirava con fare sospetto tra le auto.

Immediatamente gli agenti, insospettiti, hanno deciso di procedere a un controllo chiedendo i documenti di identificazione, ma a tale richiesta il soggetto ha evidenziato insofferenza al controllo
rifiutando di fornire i documenti e ha pronunciato frasi offensive nei confronti degli operatori. A questo punto gli agenti hanno deciso di sottoporlo a perquisizione personale, all’esito della quale
è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di 19 centimetri, con lama da punta e da taglio lunga 8 centimetri, che custodiva all’interno della tasca posteriore destra dei suoi pantaloni.



Considerata la situazione, gli agenti hanno deciso di accompagnare il soggetto in commissariato per successivi accertamenti e per l’esecuzione dei rilievi foto-dattiloscopici finalizzati alla sua identificazione. Tuttavia, l’arrestato, una volta all’interno dell’abitacolo dell’autovettura, durante il tragitto, è andato in escandescenza e ha iniziato a sferrare calci e testate contro il pannello separatorio.

Successivamente, all’interno degli uffici di polizia, si è scagliato contro gli agenti colpendoli con calci e pugni. Con non poche difficoltà, i poliziotti sono riusciti a bloccarlo e ammanettarlo dichiarandolo quindi in stato di arresto.


A seguito dell’aggressione subita uno degli agenti, il capo pattuglia, è stato costretto a ricorrere alle cure mediche dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale “Guzzardi” dove sono state
riscontrate lesioni giudicate guaribili in 20 giorni.

Pertanto alla luce dei fatti, il soggetto, successivamente identificato in H.A., marocchino di 42 anni, già noto alle forze dell’ordine e irregolare sul territorio nazionale, è stato arrestato per
il reato di resistenza a pubblico ufficiale e trasferito al carcere di Ragusa.

Per rimanere sempre aggiornato scarica la nostra app.