Aci Castello, ripristinate le strisce blu

Aci Castello, ripristinate le strisce blu

Aci Castello, ripristinate le strisce blu

ACI CASTELLO – Dopo quasi nove mesi sarà nuovamente attivato, su tutto il territorio comunale, il servizio di sosta a pagamento su “strisce blu”. Da ieri, all’interno dei predetti stalli è istituito il divieto di sosta per i veicoli che non espongono correttamente l’apposito ticket, che si può acquistare nei parcometri dislocati lungo tutte le strade interessate, o l’abbonamento mensile.


Il servizio sarà attivo tutti i giorni, escluso i festivi, dalle 8.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 20, mentre nelle aree litoranee del Porto nuovo e di Piazza Marina la sosta a pagamento è valida, per i medesimi orari, anche nelle domeniche e nei giorni festivi.


Dall’1 maggio al 30 settembre, invece, la Piazza Marina, il Porto nuovo, il Lungomare dei Ciclopi e la piazza Campofiorito ad Aci Trezza, il Lungomare Scardamiano e l’intera fascia che parte dal Lungomare Cristoforo Colombo fino a via Angelo Musco ad Aci Castello e Cannizzaro, sarà area con sosta a pagamento anche dalle 20 alle 2 di notte, tutti i giorni compresi i festivi.

Per tale motivo sono tre le tariffe previste: 1 ora € 0,75 (con possibilità di pagamento frazionato fino ad un minimo di € 0,40) – mezza giornata € 2,40 (ovvero la sosta coincidente con le fasce orarie 8.30 – 13.00, 15.30 – 20.00, 20.00 – 02.00 ove attivo) – Intera giornata € 3,80.

Dall’1 maggio al 30 settembre, la gestione del parcheggio “Battisti” di Aci Castello sarà affidata all’impresa aggiudicataria del servizio di sosta a pagamento, che dovrà garantire i seguenti orari di apertura al pubblico, applicando le tariffe summenzionate: dal lunedì al giovedì (dalle 20 alle 24.00), il venerdì e il sabato (dalle 20 alle 2 di notte), la domenica (dalle 8.30 alle 2 di notte).

Infine, a partire dai prossimi giorni, sarà possibile richiedere il rilascio di un abbonamento mensile del costo di € 14,00. L’abbonamento potrà essere richiesto dai residenti (residenza anagrafica), dai proprietari di immobili ubicati nel comune e dagli inquilini non residenti con contratto di locazione registrato.