Abbandono di rifiuti incondizionato: le operazioni della municipale tra sequestri e sanzioni

Abbandono di rifiuti incondizionato: le operazioni della municipale tra sequestri e sanzioni

PALERMO – La polizia municipale del capoluogo siciliano, nell’ambito delle operazioni volte al contrasto all’abbandono incondizionato di rifiuti, ha fermato i conducenti di tre mezzi per conferimento irregolare, elevando sanzioni per oltre 1.260 euro.


In via Schioppettieri, su segnalazione di un cittadino, una pattuglia di agenti del Nucleo Tutela Decoro e Vivibilità Urbana ha riscontrato la presenza del conducente di un autocarro che conferiva rifiuti indifferenziati al di fuori dell’orario consentito.


Tuttavia, constatando che il mezzo trasportava anche una grande quantità di rifiuti ingombranti, gli agenti operanti lo hanno seguito, cogliendolo sul fatto, mentre li scaricava sul marciapiede.


Fermato e identificato, è stata comminata al soggetto la sanzione di 600 euro per conferimento di grosse quantità di rifiuti, con diffida recuperarli, portarli presso il C.C.R. e farsi rilasciare da RAP l’attestazione di avvenuto smaltimento.



Lo stesso è stato sanzionato anche per l’illecito commesso in via Schioppettieri per un importo di 166,67 euro.

In via Lanza di Scalea, all’altezza dell’intersezione con via Faraone, una pattuglia del nucleo vigilanza trasporto pubblico, in abiti civili e a bordo di auto civetta, in servizio mirato al contrasto dell’attività di parcheggiatore abusivo e al controllo dei veicoli esercenti il servizio di trasporto pubblico, ha fermato due uomini che scaricavano materiale di diversa natura da un autocarro e lo depositavano all’interno dei cassonetti destinati alla raccolta degli R.S.U..

Gli agenti hanno proceduto all’identificazione delle persone e all’ispezione del cassonetto interessato, dove hanno accertato la presenza di una grande quantità di rifiuti provenienti da attività commerciali di varia natura, non pericolosi o speciali, ma non assimilabili a R.S.U.; hanno provveduto, di conseguenza, a sanzionare per 333,34 euro, invitando i contravventori alla rimozione di quanto depositato.

Constatato, inoltre, che il conducente dell’autocarro in qualità di dipendente non era in grado di esibire alcuna documentazione attestante la delega alla guida o la dipendenza dal proprietario del veicolo, gli è stata contestata la violazione prevista al Codice della Strada.

Nello stesso tempo, altre due persone a bordo di un veicolo, noncuranti della presenza della pattuglia di polizia municipale sul posto, hanno depositato rifiuti all’interno del cassonetto; si è provveduto all’immediata identificazione dei soggetti e alla relativa contestazione della violazione prevista per il deposito di R.S.U. al di fuori degli orari prescritti per un importo pari a 166,67 euro.

Dal primo gennaio ad oggi, nonostante i mesi di lockdown, a tutela della salute pubblica e del decoro urbano, la polizia municipale ha continuato ad effettuare i controlli e le sanzioni per irregolarità nel conferimento dei rifiuti. I controlli sono stati 1.987, le sanzioni per conferimento irregolare sono 779 e sono stati posti sotto sequestro 5 autocarri per trasporto illecito di rifiuti.