Controlli dei carabinieri a Messina: droga coltivata in casa e furto di energia elettrica

Controlli dei carabinieri a Messina: droga coltivata in casa e furto di energia elettrica

MESSINA  – I carabinieri della compagnia di Messina Sud continuano a effettuare servizi straordinari di controllo del territorio, durante i quali, ieri sera, hanno rafforzato la sorveglianza in diversi quartieri, tra cui Villaggi Aldisio, CEP, Rione Gazzi e Taormina. I militari, supportati dal Nucleo Radiomobile del capoluogo, hanno intensificato i controlli per prevenire e contrastare i reati, compresi quelli legati allo spaccio di droga, ai delitti predatori, alle violazioni del Codice della Strada e ad altre condotte illecite che mettono a rischio la sicurezza dei cittadini. Complessivamente, sono state controllate 68 persone e 63 autovetture. Nel corso dei controlli antidroga, sono state segnalate alla Prefettura quattro persone per assunzione di droga, sequestrando diverse dosi di marijuana, cocaina e crack.

Inoltre, un 22enne è stato arrestato per coltivazione di cannabis nel suo appartamento, dove i Carabinieri hanno trovato sette piante alte fino a due metri, attrezzature per la coltivazione e vario materiale per il confezionamento della droga. Il giovane è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione. Durante i controlli sono state anche denunciate due persone, un uomo e una donna, per furto di energia elettrica, mediante un by-pass, e un 30enne, che era sottoposto alla sorveglianza speciale e avrebbe dovuto trovarsi nella sua abitazione, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per non essere stato trovato al momento del controllo. Infine, due persone sono state denunciate per guida in stato di ebbrezza, rivelatosi superiore al limite consentito.

Controllo di furto di energia elettrica

COMMENTS