Coronavirus, la variante Omicron mette in ginocchio Shanghai: è di nuovo in lockdown

Coronavirus, la variante Omicron mette in ginocchio Shanghai: è di nuovo in lockdown

SHANGHAI – Nella giornata di oggi, la città di Shanghai, torna ad adottare drastiche misure per il contenimento del nuovo aumento di casi di Coronavirus a causa della variante Omicron.

La città torna in lockdown ma le restrizioni saranno adottate in momenti differenti nelle varie aree. Infatti, verranno attuate prima in una parte della città poi nell’altra.


Secondo quanto riporta Reuters nella giornata di oggi, 28 marzo, le restrizioni interesseranno aree ad est del fiume Huangpu e alcune di quelle ad ovest. Dal primo aprile al 5 aprile, ad adattarsi alle nuove restrizioni dovranno essere le aree rimanenti, compreso il centro della città.

Le varie misure di sicurezza previste dal governo:

  • le persone dovranno rimanere a casa;
  • i mezzi di trasporto non passeranno;
  • le attività all’interno delle aziende sarà sospesa.

Il pubblico è invitato a sostenere, comprendere e cooperare con il lavoro di prevenzione e controllo delle epidemie operato della città e a partecipare ai test in modo ordinato“, ha dichiarato il governo locale in una nota riportata nella giornata di ieri.

Tutti i nuovi casi registrati in Cina, sono di persone asintomatiche, ma il numero rimane sostanziale in quanto nella giornata di sabato sono stati registrati oltre 2.600 nuovi positivi che anche se non in pericolo di vita rimangono contagiosi per il resto della popolazione, soprattutto per gli anziani. Inoltre, i tassi di vaccinazione registrati in Cina sono tra i più bassi.

Foto di repertorio