Palermo, ora serve continuità e una vittoria contro il Catanzaro. Le probabili formazioni

Palermo, ora serve continuità e una vittoria contro il Catanzaro. Le probabili formazioni

PALERMO – Un Palermo sempre più Lucca-dipendente ritorna domani in campo al Barbera alle 12,30 contro il Catanzaro. Determinante nelle ultime due partite, in ognuna delle quali ha realizzato una doppietta, Lorenzo Lucca, classe 2000, di Moncalieri, cresciuto tra Atletico Torino e Torino, è diventato ormai il punto fermo del Palermo non solo per il fiuto del gol, 10 finora le reti realizzate in questa stagione, ma anche per la disponibilità al fraseggio, al gioco di sponda e per la capacità di tenere palla il tempo necessario per far salire la squadra.

Tornando al glorioso, ma non più recente passato rosanero, queste doti erano nel corredo tecnico di campioni del calibro di Amauri e di Toni. Certo è ancora presto per fare paragoni del genere, ma l’idea che da “Luca Toni” si possa passare a “Lucca come Toni” è stuzzicante. Domani, con un po’ più di fiducia nei propri mezzi, i rosanero cercheranno contro il Catanzaro la continuità per fare un altro passo avanti in classifica alla ricerca di migliori piazzamenti per i play-off.


Con Almici, Santana e Luperini tornati disponibili, Boscaglia avrà la possibilità di operare delle scelte in ogni settore del campo. Fermo restando il modulo 4-3-3, il reparto più affollato, pur con Odjer ancora alle prese con problemi fisici da smaltire, è il centrocampo. Accanto all’ormai insostituibile De Rose, con il rientro di Marconi in difesa, gareggiano per i due posti da titolare Luperini, Santana, Martin, Palazzi e Broh, con Martin e Luperini in leggero vantaggio. In attacco accanto a Lucca a formare il tridente, dovrebbero dall’inizio scendere in campo Kanoute e Rauti, con Silipo e Floriano ancora in panchina.

Ricapitolando, le scelte del mister di Gela dovrebbero privilegiare Pelagotti; Accardi, Somma, Marconi, Crivello; Martin, De Rose, Luperini; Kanoute, Lucca, Rauti.

Il Catanzaro, pur alternando buone prestazioni a deludenti sconfitte, occupa il quarto posto in classifica con 38 punti. Calabro, con il 3-4-1-2, dovrebbe schierare in campo dall’inizio Di Gennaro; Riccardi, Fazio, Martinelli; Casoli, Corapi, Risolo, Porcino; Carlini; Di Massimo, Curiale.