Taranto – Catania 3 – 2: la storia si ripete, deleteri i minuti finali

Taranto – Catania 3 – 2: la storia si ripete, deleteri i minuti finali

“Chi non impara dalla storia è costretta a riviverla”. Adattiamo il famoso aforisma all’ennesimo errore nei minuti finali da parte dei rossazzurri. Oramai nemmeno ci si arrabbia più, abbiamo perso un capitale in termini di punti proprio quando il risultato si pensava fosse stato già acquisito. È successo domenica scorsa, è successo oggi come in passato, questi ragazzi, dall’immensa volontà,  non riescono a reggere l’impatto finale subendo velenosi gol che azzerano quanto di buono fatto in campo. E nemmeno a Taranto, i ragazzi di Baldini,  meritavano il doppio svantaggio che era stata recuperato con perseveranza e lodevole impegno con il “solito”,  immancabile, Moro che aveva procurato, e realizzato, il rigore del due a due, ma non è bastato. Sempre le solite distrazioni in difesa, e il non tenere il campo in quella famosa zona Cesarini ma… all’incontrario, decretano una nuova, assurda, sconfitta, sperando che stavolta s’impari davvero dagli errori.

 


Secondo tempo

90 + 8′ Fischio da parte dell’arbitro che decreta la fine dell’incontro 

90+ 6′- Punizione pericolosa per il Catania batte Russini  ma la difesa fa muro e allontana

90+ 5- Giallo per Granata già ammonito che viene espulso 

90 + 4′- Calcio d’angolo per il Taranto batte Marsilli colpo di testa di Bellocq e gol del Taranto 

90 + 1′- Ammonito Albertini per fallo su un avversario e un giocatore della panchina rossazzurra – Ercolani –  per proteste 

90′- Rientra Civilleri se pur dolorante, assegnati sei minuti di recupero 

88′- Civilleri esce in barella per forti crampi e il Taranto rimane in dieci perché ha finito gli slot per ulteriori sostituzioni 

85′- Punizione per il Taranto batte Tomassini, pallone fuori

83′- Azione Greco – Russini, colpo  di testa di quest’ultimo ma il portiere avversario respinge

81′- Cambio nelle fila del Catania: esce Provenzano ed entra Cataldi   

80′- Tiro di Italeng ma centrale e Sala para facilmente

79′- Ammonito Granata per fallo su un rossazzurro 

78′- Azione Russini – Moro ma con un nulla di fatto

77′- Cambio nel Taranto: esce Giovinco al suo posto entra Santarpia

65′- Ammonito l’allenatore del Taranto per proteste 

64′- Ancora cambio nel Catania: Rosaia al posto di Maldonado 

73′- Prova a replicare il Taranto ma Russini si finge difensore e risolve una azione pericolosa in area rosssazzurra

71′- Batte Moro che spiazza il portiere ed è GOL! 

70′- Calcio di rigore per il Catania grazie a un fallo su Luca Moro

65′- Doppio cambio anche nel Catania: esce Calapi ed entra Greco, fuori anche Zanchì ed entra Albertini. Baldini tenta il tutto per tutto 

63′- Ammonito Zanchì per fallo su un avversario 

61′- Gol del Catania! Bella azione di Sipos che entra in area, controlla di testa e anticipa con il destro l’uscita del portiere avversario 

60′- Doppio cambio nel Taranto: esce Labriola  e prende il suo posto Bellocq, esce Bacilli ed entra Mastromonaco 

58′- Pellegrino espulso dalla panchina per proteste 

 57′- Tiro di Civilleri in area e il Taranto raddoppia. Gol viziato da un sospetto fallo su un difensore del Catania ma l’arbitro convalida 

54′- Risponde il Catania con un cross di Russini tira Calapai ma il pallone viene messo in calcio d’angolo

53′- Ripartenza del Taranto con Giovinco ma il pallone va fuori

52′- Calcio d’angolo per il Catania batte Ceccarelli, un colpo di testa di un difensore del Taranto mette fuori

50′- Punizione per il Catania per fallo di mano di un avversario, battuta la stessa con un nulla di fatto

47′- Errore del Catania su palla in uscita ma gli avversari non approfittano della ghiotta occasione

46′-  Si comincia, batte il calcio d’inizio il Taranto. Cambio nel Catania: Sipos al posto di Izco   

 

Commento alla fine del primo tempo

A volte ritornano. Sì, vecchi errori in difesa riaffiorano e il Taranto si ritrova, immeritatamente, in vantaggio. Ha provato il Catania a riportare sul pari un incontro che ha visto gli uomini di Baldini costruire almeno tre nitide occasioni da rete, ma errori sotto porta, e gli ottimi riflessi del portiere avversario, hanno negato un pari che sarebbe il risultato più giusto e, paradossalmente, con qualcosina in meno. Moro poco servito non ha potuto mettere in luce le sue, indubbie, qualità offensive. Ci si augura migliore fortuna e più “attenzioni” nel secondo tempo

 

Primo tempo

45 + 3′ L’arbitro fischia la fine del primo tempo con il Catania in attacco con Russini e Moro ma un difensore devia il pallone nelle mani del suo portiere. Fine del primo tempo 

45 + 1‘ Buona giocata di Ceccarelli ma che sbaglia in controllo in area

45′- Assegnati tre minuti di recupero 

42′- Ceccarelli passa a Monteagudo che solo all’altezza del dischetto del rigore manda fuori

41′- Fallo su Ceccarelli e cartellino giallo a De Maria 

40′- Pericolo per la porta rossazzurra ma per fortuna gli avversari non riesco ad approfittare il pallone, infatti, s’infrange sulla traversa

37′- Pressione del Catania che si procura una punizione al limite dell’area. Battuta la stessa da parte di Maldonado la barriera rinvia

34′- Punizione di Labriola e Sala rinvia con i pugni

33′- Moro passa a Ceccarelli che calcia ma il pallone lambisce il palo

30′- Tiro pericoloso di Civilleri, di poco fuori

28′- Calcio d’angolo per il Taranto, battuto lo stesso Sala rinvia con i pugni

27′- Ammonizione a Provenzano per fallo pericoloso su un Italeng

24′- Calcio d’angolo per il Catania batte Ceccarelli ma il portiere para

22′- Altra occasione per i rossazzurri con un colpo di testa di Provenzano davanti la porta ma lo stesso va fuori

20′- Ottima occasione per il Catania con Ceccarelli che dopo un bel contropiede tira in porta ma il portiere avversario rimane freddo fino alla fine e si salva in calcio d’angolo

16′- Punizione per il Catania, tira Ceccarelli ma la difesa avversaria fa buona guardia

14′- Taranto in vantaggio con un tiro imparabile da parte di Giovinco dopo un rinvio in area da dimenticare da parte di Claiton 

11′- Scambio di “cortesie” tra Ceccarelli e Granata, interviene l’arbitro a sedare gli animi

8′- Primo tiro in porta di Italeng, facile parata da parte di Sala, risponde Ceccarelli ma il suo tiro va fuori

4′- Cambio nel Taranto, si “stira” Ferrara, prenderà il suo posto De Maria 

2′- Punizione interessante per il Catania vicino l’area di rigore, batte Russini tira Maldonado fuori

1′-Partiti, batte il calcio d’inizio il Catania

14:29′- Minuto di raccoglimento in occasione della Giornata Nazionale delle Vittime della Strada

14:28- Squadre in campo, il Catania in maglia bianca

14:26- Bella giornata di sole allo Iacovone di Taranto, campo in buone condizioni e pubblico delle grandi occasioni

Arbitro dell’incontro Federico Longo della sezione A.I.A. di Paola. Assistenti Federico Pragliola e Francesco Ciancaglini, mentre il quarto ufficiale sarà il sig. Ermes Fabrizio Cavaliere

Zanchì rientra dalla squalifica ed è subito schierato in campo fin dal primo minuto, rientra, atteso da tutti, anche il bomber “azzurro” Moro, altra novità: Provenzano farà parte della rosa iniziale.  

 

14:00- Le formazioni ufficiali

Catania (4-3-3)

Sala, Claiton, Maldonado, Provenzano, Ceccarelli, Izco, Monteagudo, Russini, Moro, Calapai, Zanchì

Allenatore Baldini

Taranto (4-3-3) 

Chiorra, Tomassini, Ferrara, Marsili, Zullo, Pacilli, Granata, Labriola, Civilleri, Giovinco, Italeng 

Allenatore Laterza

 

 

 

Spulciando tra le curiosità…

Peccato che le due formazioni non si siano mai affrontate nella massima serie, perché l’incontro Taranto – Catania è riscontrabile dal campionato CND fino alla serie B attraversando ben quattro campionati diversi divenendo, di fatto, un consolidato classico del calcio italiano

Le statistiche ci dicono che…

Taranto è, decisamente, un campo complicato per i colori rossazzurri, difatti, sono ben tredici le vittorie dei padroni di casa e solo cinque quelle degli etnei, mentre dodici volte ha prevalso il segno pari 

Catania 

Pronunci Taranto e ricordi promozione, ma di quelle che affondano radici profonde nel tempo che fu. Mese giugno, giorno nove, anno 2002, inenarrabile ciò che successe in campo – e fuori – al fischio finale, uno zero a zero che ci portò in B: in sintesi fu quello l’incipit dei meravigliosi otto anni di serie A. Bando ai ricordi, oggi gli scenari sono diversi, in campo e soprattuto fuori. Vincere, o almeno incamerare un risultato convincente che rintuzzi la rabbia per la sconfitta rimediata negli ultimi minuti che sia domenica, sia in passato, tanti punti ci sono costati. Certo, l’Erasmo Iacovone non sarà proprio il campo adatto per una nuova impresa considerando il buon score che hanno in casa gli avversari, ma questi ragazzi ci hanno abituato a euforici risultati e Taranto – Catania, in passato, non è stato da meno

 

 

Amici di NewSicilia.it e tifosi rossazzuri un caloroso saluto da Concetto Sciuto che vi dà il benvenuto alla diretta testuale di  Taranto – Catania, gara valida per la quindicesima giornata del campionato di Serie C Girone C