Nuoto Catania-An Brescia 8-11, nonostante la sconfitta prestazione di altissimo livello della squadra di Giuseppe Dato

Nuoto Catania-An Brescia 8-11, nonostante la sconfitta prestazione di altissimo livello della squadra di Giuseppe Dato

CATANIA – Nonostante la sconfitta, da sottolineare la prestazione di livello altissimo della squadra di Giuseppe Dato. Dopo aver tenuto testa ai vice campioni d’Italia, per l’intera durata dell’incontro, la Nuoto Catania viene battuta nei minuti finali dal Brescia, 8-11 il risultato al termine del match.

Già dai parziali si evince come la squadra di Peppe Dato abbia messo in difficolta i lombardi (3-3 3-3 1-2 1-3). Nella prima frazione di gioco va a segno il Brescia prima con Di Somma e poi con Renzuto 0-2, poi arriva la doppietta rossazzurra con Eskert e Riccardo Torrisi 2-2.


Presciutti sigla il gol del 2-3, chiude il gol del pareggio di Eskert 3-3.

Nella seconda frazione vanno a segno i lombardi con Lazic e Dolce 3-5, per i rossazzurri vanno a segno La Rosa, Camilleri e Catania 6-5. Il Brescia però riesce a trovare il pareggio con Lazic 6-6.

Nella penultima frazione va a segno il Brescia con Presciutti 6-7, Russo riporta il match in parità 7-7, ma chiude il terzo tempo la rete di Luongo 7-8.

Il gol di capitan Giorgio Torrisi apre l’ultima frazione di gioco e riporta in equilibrio la gara 8-8, poi però il Brescia mette il
Sigillo alla vittoria con le reti di Lazic, Di Somma e Alesiani 8-11.

Soddisfatto il presidente della Nuoto Catania Mario Torrisi che al termine della gara ha dichiarato: “Questa è la Nuoto Catania che voglio vedere in acqua. Abbiamo giocato per larghi tratti alla pari con una delle squadre più forti d’Europa. Questo ci deve fare guardare al futuro con fiducia nei nostri mezzi”.

Il tecnico Giuseppe Dato ha dichiarato: “Tenere testa per quattro tempi al Brescia non è una cosa che capita di certo tutti i giorni. La pallanuoto in questo senso è poco grata, le squadre più forti di solito stravincono. I ragazzi hanno giocato una partita eccezionale, dimostrando di essere vivi e di poter conquistare sul campo la permanenza in serie A. Per quanto riguarda le decisioni arbitrali, c’è stato un metro di giudizio poco equo in quanto nelle decisioni dubbie avevamo sempre la peggio”.

Il portiere Enrico Caruso: “Sono felice per la prestazione di tutta la squadra contro il Brescia, una delle formazioni più forti d’italia e d’europa, ci darà tanto morale per affrontare le prossime partite compresi gli scontri diretti”.

Mercoledì la Nuoto Catania affronterà in trasferta il Trieste.

Le foto

Foto di Maria Angela Cinardo e Filippo Sicali