Coppa del Mondo di spada femminile: la catanese Alberta Santuccio conquista il terzo gradino del podio

Coppa del Mondo di spada femminile: la catanese Alberta Santuccio conquista il terzo gradino del podio

Coppa del Mondo di spada femminile: la catanese Alberta Santuccio conquista il terzo gradino del podio

CATANIA – La catanese Alberta Santuccio conquista il terzo posto in Coppa del Mondo. La siciliana inizia nel migliore dei modi la stagione di spada femminile, con il terzo posto nella gara d’esordio stagionale svoltasi a Tallinn.


Per la siciliana, classe 1994, unica extra-asiatica sul podio, si tratta del terzo podio in carriera dopo quelli ottenuti a Barcellona nel 2014  e al Gran Prix FIE di Bogotà nel maggio del 2017. A “dirottare” l’azzurra sul terzo gradino del podio è stata in semifinale la sudcoreana Hyojung Jung, poi vincitrice finale della gara, capace di piazzare la stoccata decisiva del 9-8.

La spadista italiana si era assicurata un posto sul podio grazie al successo ai quarti contro la francese Laurence Epee col punteggio di 7-6. Alberta Santuccio, dopo aver superato la fase a gironi nella giornata di ieri, aveva iniziato il suo percorso nel main draw vincendo il primo match di giornata contro la transalpina Helene Ngom per 10-6, a cui aveva dato seguito con le vittorie contro la polacca Alksandra Zahamchowska per 15-10 e poi agli ottavi contro la quotata russa Violetta Kolobova contro cui ha piazzato la decisiva stoccata del 5-4.


Proprio la russa era stata l’artefice, nel turno delle 32, dell’eliminazione dell’altra azzurra, l’under20 Federica Isola col punteggio di 15-8. Stop nel secondo turno del tabellone principale anche
per Marta Ferrari, sconfitta 15-9 dall’ungherese Budai e per Roberta Marzani, condannata dalla stoccata dell’11-10 contro la portacolori di Hong Kong, Man Wai Vivian Kong.

Esordio stagionale negativo invece per la campionessa iridata 2018, Mara Navarria, sconfitta 15-12 dalla russa Violetta Khrapina. Tanta sfortuna invece per le altre azzurre che, nella giornata di venerdì, non sono riuscite a uscire indenni dagli assalti del tabellone preliminare.

Una stoccata ha infatti sbarrato la strada a Nicol Foietta, sconfitta 11-10 dall’ungherese Budai, a Eleonora De Marchi, eliminata per 14-13 dalla francese Goram, ad Alessandra Bozza, superata 15-14 dall’estone Zuikova e a Rossella Fiamingo fermata sul 15-13 dalla portacolori di Hong Kong, Lin Yik Hei Coco.

Ad uscire sconfitte nel secondo turno preliminare sono state invece Beatrice Cagnin, eliminata per 15-11 dalla romena Benea e Alice Clerici superata 15-6 dalla statunitense Sirico.

Fonte foto: Bizzi