Catania SSD: volontà e impegno questo pomeriggio a Ragalna. Laneri, squadra ancora da completare

Catania SSD: volontà e impegno questo pomeriggio a Ragalna. Laneri, squadra ancora da completare

CATANIA – Si sperava nel rinomato fresco tipico di un paese etneo come Ragalna, per riuscire a sfuggire all’afa infernale che attanaglia questi giorni la provincia catanese, ma il caldo non ha risparmiato nemmeno la “Terrazza dell’Etna”.

Poco importa, la prima volta che si può assistere all’allenamento del rinnovato Catania (purtroppo ancora solo per la stampa), vale un sacrificio che non pesa più di tanto. I portieri, come da tradizione, sono stati i primi a scendere in campo, e i volti giovani, anzi giovanissimi, è la cosa che ci colpisce immediatamente.


Poi, tutti in campo per un primo riscaldamento, termine che fa “sorridere” considerando la già citata temperatura afosa.

Una prima curiosità ci spinge alla ricerca dei tanti volti nuovi e noti, ma non è semplice al primo impatto legarli ai nomi.

Mezz’ora circa di allenamento sostenuto da un palpabile impegno con scambi, tiri in porta, tentativi di dribbling, passaggi in area con un Lodi in buona forma, e un De Luca che già mette in essere le sue qualità facendo centro con un tiro imprendibile all’angolino che fa ben sperare. Mentre Giovinco mette in mostra un piede raffinato azzeccando, anche lui, il medesimo angolino alla sinistra del portiere. In mostra anche il catanese Palermo (che non è un ossimoro) ed entrambi i Russotto non sono davvero niente male.

Certo, vedere quel pallone rotolare in porta non dispiace dopo mesi di vuoto pneumatico, classicisticamente parlando. L’attesa partitella vede i gialli contro i blu e si comincia a fare sul serio. Un dribbling di Sarao che tira deciso in porta per i gialli e Lodi salva sulla linea.

Prima rete di Marco Palermo sempre per i gialli, anche se l’azione è stata viziata da un fallo di mano. Il due a zero è di un incontenibile Sarao che tira fuori dal suo repertorio un bel colpo di testa. Il due a uno? ottenuto su una bella punizione di… Lodi naturalmente che ci riporta indietro con i ricordi a più di un decennio fa…

Il tre a uno è frutto di un tiro di Rizzo di sinistro al volo e c’è anche il tempo di un autogol da parte di Lorenzini che porta il risultato sul tre a due, mentre è nuovamente Sarao che allunga sul quattro a due per i gialli accompagnando con un urlo il gol.

Un colpo d testa di De Luca chiude il risultato sul cinque a due.

Sinceri? sarà stata l’astinenza, ma fa davvero piacere vederli giocare e farvi una cronaca di una partitella che a volte faceva dimenticare di essere solo un allenamento. Alla fine a rispondere alle domande è stato il DS Laneri che ha confermato che presto si concluderà per Litteri e ribandendo che ancora bisogna completare urgentemente la squadra e, testuali parole, “non è stato semplice costruirla di sana pianta”. Inoltre, occorre un portiere e ancora qualche under più un centrale.

Quindi un ansiogeno work in progress che però non dovrebbe preoccuparci più di tanto considerano, fino adesso, il mercato del Catania che non ha mai, e ribadiamo mai, avuto soste con continui acquisti di valore. A chiusura? Facciamoli lavorare aspettando che anche i tifosi possano assistere: fosse anche un “semplice” allenamento.