Catania, c'è una squadra rossazzurra che sa solo vincere: l'Ekipe Orizzonte la faccia felice dello Sport etneo

Catania, c’è una squadra rossazzurra che sa solo vincere: l’Ekipe Orizzonte la faccia felice dello Sport etneo

Catania, c’è una squadra rossazzurra che sa solo vincere: l’Ekipe Orizzonte la faccia felice dello Sport etneo

CATANIA – Se fosse possibile azzardare un paragone calcistico, si potrebbe tranquillamente parlare del “Real Madrid della Pallanuoto“.


Un parallelismo più che meritato se si contano i numerosi trofei conquistati negli anni a livello nazionale e internazionale dall’Ekipe Orizzonte Catania, società di Pallanuoto femminile catanese che intrattiene un rapporto più che confidenziale con le vittorie di prestigio.


Trentaquattro le volte nelle quali le formidabili atlete rossazzurre hanno alzato una coppa. L’ultima, in ordine di tempo, il 26 novembre scorso quando le ragazze guidate da Martina Miceli, ex pallanuotista del Setterosa medaglia d’oro alle Olimpiadi di Atene 2004, hanno battuto a domicilio le avversarie del Sabadell Campione d’Europa in carica nella finale di Supercoppa LEN, a undici anni di distanza dal primo successo nella competizione.

Trofeo in bacheca che si aggiunge alla Coppa Len vinta in Russia il 14 aprile (unico riconoscimento ancora assente nella bacheca etnea) e allo Scudetto conquistato un mese dopo contro la SIS Roma a suggello di un “Triplete” da sogno.

Un’immagine positiva e vincente, quella dell’Ekipe Orizzonte, che va in controtendenza con le classiche difficoltà del nostro territorio, dove fare Sport ad alti livelli rappresenta talvolta un’impresa titanica.

Basti pensare al cammino tortuoso di un’altra società etnea, il Calcio Catania, dove si attende ancora di uscire dalla burrasca rappresentata dai risultati altalenanti della Serie C dopo la crescita esponenziale avuta nei primi anni 2000 e improvvisamente smarrita.

Nel frattempo, l’Ekipe Orizzonte macina successi a profusione, frutto anche di un ambiente certamente più maturo e sereno rispetto a quelli vissuti in altre discipline dove spesso il terreno di gioco viene confuso troppo spesso per un campo di battaglia.

Una volta archiviato un 2019 da favola, a febbraio sarà già tempo di grandi sfide per il club catanese, con un nuovo impegno proprio contro Sabadell nei quarti di finale di Eurolega 2019-2020. Un’occasione d’oro per ribadire, ancora una volta, la legge del “più forte”.

Immagine di repertorio