Calcio Catania, 59 anni fa il “Clamoroso al Cibali!” di Castellazzi e Calvanese che piegarono l’Inter del “Mago”

Calcio Catania, 59 anni fa il “Clamoroso al Cibali!” di Castellazzi e Calvanese che piegarono l’Inter del “Mago”

CATANIA – Forse non sarà mai possibile stabilire la vera paternità della celebre frase “Clamoroso al Cibali!“, attribuita a Sandro Ciotti, storico radiocronista di “Tutto Il Calcio Minuto Per Minuto” e divenuta familiare nel linguaggio comune per indicare un avvenimento inatteso.


Ciononostante, quel risultato stupefacente che ha ispirato la genesi di tale locuzione si è realmente concretizzato nell’assolato pomeriggio dell’impianto catanese del 4 giugno 1961.

Sul terreno di gioco il Catania neopromosso in Serie A 1960-61 e l’Inter del “Mago” argentino Helenio Herrera che entro un paio di stagioni si sarebbe meritata l’appellativo di “grande” in virtù dei generosi successi accumulati in campo nazionale e internazionale.


Ma di grande quel giorno nell’ex Cibali vi fu solo la prestazione della formazione rossazzurra, capace di archiviare agevolmente il discorso salvezza con diverse giornate di anticipo e di annullare l’avversario meneghino con una rete per tempo a firma degli indimenticati Mario Castellazzi e Salvador “Todo” Calvanese.

Alla luce di tale determinazione da parte dei catanesi la volontà di voler vendicare il bruciante 5-0 rimediato a San Siro nella gara d’andata con addirittura quattro autoreti etnee. Un passivo pesante che indusse l’allora tecnico nerazzurro a denominare l’undici catanese come “una squadra di postelegrafonici“.

Ecco quindi maturare, a distanza di mesi, un 2-0 netto anche per la qualità di gioco espressa sul campo al cospetto del ben più quotato “Biscione”, il quale dovette irrimediabilmente farsi da parte dal duello con la Juventus per la conquista del titolo di Campione d’Italia.

Memorie e racconti che toccano nel profondo i tifosi etnei, specialmente quelli con qualche primavera in più e presumibilmente testimoni oculari della storica impresa sportiva, che si augurano ben presto di assistere ad altri successi “clamorosi” della formazione etnea e di lasciarsi alle spalle il periodo complicato che sta attualmente attraversando il club di via Magenta per le vicende extracampo.

Fonte foto: Wikipedia.it