Addio a Ezio Vittorio, allenatore dell’Amatori Catania. Turi Gemmellaro: “Non si può accettare”

Addio a Ezio Vittorio, allenatore dell’Amatori Catania. Turi Gemmellaro: “Non si può accettare”

CATANIA – Lutto nel mondo del rugby: si è spento, all’età di 56 anni, Ezio Vittorio, storico allenatore dell’Amatori Catania. A stroncarlo, secondo le prime informazioni trapelate, pare sia stato un infarto.

L’avrebbe colpito un dolore al petto, al ritorno a casa dalla palestra, vano anche l’arrivo dell’ambulanza. Lascia nel profondo sconforto i suoi 2 gemelli, un maschio e una femmina.


Messaggi di cordoglio

Sul web pioggia di messaggi di cordoglio per la notizia che arriva come una doccia fredda, difficile da accettare. “Una di quelle notizie che non avremmo mai voluto ricevere“, scrive Rosario.

Il Ragusa Rugby, il San Gregorio Rugby, Cus Catania Rugby, Rugby Milazzo e Rugby Palermo (per citarne alcuni) esprimono il loro dolore e la vicinanza alla famiglia. “Se ne va un grande uomo, oltre che un grande tecnico e un professionista encomiabile“, scrivono nella pagina del Rugby Palermo. “Troppo duro da scrivere, Ezio Vittorio non è più tra noi“, aggiunge Nino.

Ha passato la palla Ezio Vittorio. Esprimiamo la nostra vicinanza e porgiamo le nostre condoglianza alla famiglia per la grave perdita e all’Amatori Catania Rugby di cui è stato storico allenatore“, fa eco l’associazione Rugby I Briganti ASD Onlus – Librino.

Il dolore di Turi Gemmellaro

Turi Gemmellaro, storica figura del rugby siciliano, raggiunto dai microfoni di NewSicilia, tra le lacrime ci ha detto: “Sono completamente distrutto, non si può accettare una cosa del genere. Un mio ‘parente’ si può dire, l’ho cresciuto da bambino, lo portavo io al parco in braccio. Sono sconvolto“.

Io non sapevo niente, è arrivata la telefonata e ho appreso la notizia. Non si può accettare, tutto ci si può aspettare, meno che questa ‘bomba’“, conclude.

Anche noi della redazione di NewSicilia ci uniamo nel cordoglio per la dipartita di Ezio Vittorio e porgiamo sentite condoglianze alla famiglia.

Fonte immagine: Old Rugby Cus Catania