Linea Blu racconta la Sicilia orientale: tour delle meravigliose coste siracusane tra Brucoli e Ortigia

Linea Blu racconta la Sicilia orientale: tour delle meravigliose coste siracusane tra Brucoli e Ortigia

SIRACUSA – Protagonista indiscussa della puntata di oggi di Linea Blu, trasmissione di Rai 1, è ancora una volta la Sicilia orientale e, nello specifico, Siracusa e le sue meravigliose coste da Brucoli, passando per Ortigia fino ad approdare all’Area Marina Protetta del Plemmirio.


Catania nella puntata precedente

In precedenza, la meta prediletta era stata Catania con Acitrezza, fino alla foce del Simeto e l’Etna. Risorto dalle sue ceneri, il capoluogo etneo racchiude in sé il suo passato che è sopravvissuto a guerre, terremoti, eruzioni. Attraverso un percorso sotterraneo, il programma si è soffermato, lo scorso sabato, a raccontare la storia millenaria di questi luoghi e il legame indissolubile della città con l’acqua.

Quando si parla di Catania, però, il collegamento con “A Muntagna” è immediato e, infatti, Linea Blu ha ripercorso la nascita del vulcano che parte proprio da questi luoghi, nella zona di Acitrezza.


Brucoli e Ortigia

Dopo questo excursus, oggi 31 ottobre, si procede verso Siracusa, altro tratto di mare e di terra degno di nota. Le telecamere, infatti, come prima tappa, partono da Brucoli, paese da secoli dedito alla pesca, con il suo meraviglioso faro. Quest’anno, tra l’altro, è stato recuperato ed inaugurato da Donatella Bianchi.

Una sosta nel “cuore” di Siracusa è assolutamente doverosa. Parliamo di Ortigia, dove cultura, storia e turismo si danno la mano racchiudendo bellezze senza tempo che affascinano chiunque si appresti a visitarla. Proprio di questo luogo magico, Linea Blu ne mostra i miti, le tradizioni ma anche illustrando uno spaccato di realtà, approdando al mercato del pesce.

Ultima tappa: Area Marina Protetta del Plemmirio

La navigazione, poi, prosegue verso l’Area Marina Protetta del Plemmirio, meta gettonatissima soprattutto d’estate, che incanta per le sue spiagge da sogno ma anche per l’aria magica e quasi incontaminata che si respira. Proprio qui il tour si conclude, lasciando un ricordo quasi indelebile nei telespettatori e una voglia immediata di partire.

Occorrerà, però, pazientare un altro po’ quando l’emergenza Coronavirus in atto nel nostro paese sarà rientrata. In questo modo, si potranno gustare tutte le meraviglie siciliane, pianificando un viaggio tra le coste siracusane come quello suggerito dal noto programma televisivo.

Fonte immagine Facebook – Linea Blu