La Marionettistica dei Fratelli Napoli racconta "Come Orlando acquistò le armi"

La Marionettistica dei Fratelli Napoli racconta “Come Orlando acquistò le armi”

La Marionettistica dei Fratelli Napoli racconta “Come Orlando acquistò le armi”

MASCALUCIA – Sul palco del Teatro San Gabriele dei Padri Passionisti di Mascalucia (CT), nell’ambito della 31° stagione teatrale del Teatro Stabile di Mascalucia, fondata dal compianto Mario Re e diretta dalla figlia Rita Re, arrivano i pupi della Marionettistica dei Fratelli Napoli, Maestri pupari catanesi da ben cinque generazioni, con lo spettacolo “Come Orlando acquistò le armi”.


Sabato 28 dicembre, ore 21, e domenica 29 dicembre, ore 18, su copione di Alessandro e Fiorenzo Napoli – nella tradizione delle serate dell’Oepra dei pupi catanese – verrà messo in scena uno degli episodi più amati dal pubblico, quello in cui i cavalieri indosseranno per la prima volta la loro pregiata armatura dopo aver superato importanti e simbolici riti d’iniziazione. Si assisterà come Orlando, protagonista della Storia dei Paladini di Francia, esempio di nobiltà, lealtà ed eroismo cavalleresco, acquisterà le armi.


“La messa in scena – dichiara Fiorenzo Napoli, portavoce della Marionettistica dei Fratelli Napoli – risale all’antica chanson de geste francese, la chanson d’Aspermont che attraverso molti cantari italiani, i romanzi di prosa di Andrea da Barberino e il poema in ottave ‘Le imprese di Orlando’ di Ludovico Dolce confluirono nel romanzo a dispense di Giusto Lodico fino ad arrivare allo spettacolo che noi realizzeremo a teatro”.

I pupari catanesi hanno saputo adattare i diversi materiali narrativi dando grande spessore drammaturgico ai personaggi di Milone e Almonte inserendo nell’intreccio la maschera catanese di Peppininu, riuscendo a soddisfare un pubblico moderno, senza mai esagerare, con i valori tradizionali dell’Opra dei pupi, conquistando non solo i cultori o gli appassionati di storia patria ma anche chi è abituato alla velocità dei tempi cinematografici.