“Viaggio, una storia illustrata”, il videoclip dell’I.C. A. Malerba di Catania per volare verso il futuro

“Viaggio, una storia illustrata”, il videoclip dell’I.C. A. Malerba di Catania per volare verso il futuro

CATANIA – Si chiude in armonia per l’I.C. Agatino Malerba di Catania un anno scolastico di sacrifici e privazioni, ma la forza di andare verso l’infinito e oltre non è mancata a nessuno.

È la Dirigente Prof.ssa Agata Pappalardo a comunicarlo orgogliosa e fiera di uno staff sempre efficiente che si adopera senza riserve a formare i propri studenti.


“Oggi abbiamo ricevuto un premio – spiega la Dirigente Prof.ssa Agata Pappalardo – e desidero condividere questo importante evento con la nostra comunità scolastica e tutta la scuola catanese. Un premio che gratifica tutto l’impegno svolto in questo difficile anno scolastico. Ringrazio vivamente i docenti Prof.ssa Nicotra Rosa Anna e la Prof.ssa Rosaria Giammello che hanno consentito la realizzazione del video”.

Ad essere premiato è stato un videoclip realizzato dai ragazzi della II B secondaria di I grado che hanno partecipato alla XXXIII Edizione del Concorso Nazionale Miglior Lettore. Un elaborato multimediale che si annovera tra le nuove tecnologie applicate dalle scuole per favorire l’apprendimento.

“Il Viaggio”, cantata sotto le note di Aladin, è un messaggio tra mete possibili e metafore dell’altrove, dove i ragazzi manifestando la propria attitudine alla comunicazione, offrono spunti di riflessioni e accenti persuasivi alla lettura, ai viaggi e alle esplorazioni che nelle varie epoche dell’umanità si sono succedute.

La premiazione è avvenuta online alla presenza del prof. Sabatini. “Stiamo attraversando un ciclo storico – conclude la Dirigente –. Un ciclo che sta trasformando totalmente il nostro modo di essere. La scuola soprattutto con nuovi sistemi e metodi atti a riqualificare le procedure che seguono i tempi. Offriamo ai nostri ragazzi quanto di più genuino possa offrire lo studio per affrontare il futuro affinché possano portare avanti i valori del conoscere e del sapere”.