Un defibrillatore in dono all’I.C. “G. Fava” di Mascalucia

Un defibrillatore in dono all’I.C. “G. Fava” di Mascalucia

MASCALUCIA – Il 10 novembre si è svolta all’I.C. “Giuseppe Fava” di Mascalucia, nel plesso di via Reina, la cerimonia di consegna di un defibrillatore donato, grazie anche all’interessamento dell’amministrazione comunale e da “M.&M. Project Italia” che ha voluto beneficiare l’istituto di un importante strumento utile alla emergenza sanitaria prevista dalle direttive.

Presenti alla manifestazione, oltre la Dirigente Prof.ssa Viviana Ardica e tutto il personale scolastico, il Dr. Mangrella in qualità di rappresentante dell’azienda donatrice e il sindaco di Mascalucia Vincenzo Magra, l’assessore Gibilisco e la D.ssa La Spina in rappresentanza dell’amministrazione comunale.


L’associazione, al fine di completare l’opera di donazione, si occuperà anche della formazione dei docenti delegati alla formazione all’uso dello strumento attraverso personale qualificato.

A far da cornice all’evento tanti alunni che hanno condiviso con ricchezza d’animo e gioia il dono ricevuto al loro istituto.

Le parole della Dirigente Scolastica

La Dirigente così manifesta la donazione ricevuta: “È una giornata veramente speciale perché oggi l’I.C. ‘G. Fava’ e il plesso di via Reina e gli alunni, ricevono un dono prezioso: il defibrillatore. Questo ci consente di arricchire la nostra scuola di uno strumento prezioso in grado di sostenere e supportare la sicurezza e la prevenzione a scuola.

Il dono, come detto da Papa Francesco ‘è la vita’; tutti dobbiamo sentire la grande responsabilità di proteggere gli altri e soprattutto i bambini.

Questa giornata è motivo di speranza ed è motivo di apprezzamento nei confronti dell’amministrazione comunale mascaluciese, del Sindaco Architetto Vincenzo Magra che grazie alla collaborazione con la ‘M.&M. Project Italia e il progetto prevenzione e vita ha arricchito il paese e la scuola Fava di questi indispensabili dispositivi salvavita.

Un grazie va ai docenti e al personale scolastico che hanno fatto sì che questa giornata riuscisse al meglio, ai genitori presenti e ai miei cari alunni che rendono l’Istituto luogo di condivisione e presidio di legalità“.