Ultimo collegio: festa all’Istituto Comprensivo “Marconi” per una docente neo immessa e tre pensionamenti

Ultimo collegio: festa all’Istituto Comprensivo “Marconi” per una docente neo immessa e tre pensionamenti

PATERNÒ Tutti i colleghi e il Dirigente scolastico, prof.ssa Maria Santa Russo, venerdì 26 giugno in occasione del Collegio dei Docenti a distanza, hanno festeggiato la conclusione dell’anno scolastico accogliendo nella comunità educante una docente che ha sostenuto il colloquio davanti al Comitato di Valutazione e salutando due docenti di scuola Primaria e una collaboratrice scolastica che dal 1° settembre andranno in pensione


Il Dirigente ha ricordato alla docente neo immessa che il contratto di lavoro a tempo indeterminato è un traguardo importante e deve essere vissuto soprattutto come un punto di partenza per investire in professionalità e competenze, dato che non c’è istituzione che non dipenda dal personale coinvolto e che la passione per la professione favorisce e determina sempre la qualità ed il successo dell’insegnante. E, a nome di tutta la comunità scolastica, ha dato il benvenuto alla docente Antonella Putrino, rinnovando l’incitamento a impegnarsi con passione e positività nell’importante funzione educatrice.

Il Dirigente ha poi ringraziato le due docenti, Santa Rapisarda e Maria Santangelo Grasso per aver svolto la loro missione con impegno, professionalità e serietà.  


Tra qualche mese due docenti, due figure istituzionali della nostra scuola, ci lasceranno avendo conquistato l’agognata pensione. Dopo lunghi anni di quotidiano, diligente e strenuo lavoro in prima linea, le nostre eroine potranno finalmente lasciare i campi di battaglia e raggiungere le retrovie. Di Santa Rapisarda in questi anni abbiamo apprezzato la grande energia nel portare avanti con passione e competenza alcuni progetti culturali, valorizzando il ruolo di Docente: accogliendo tutti gli stimoli nuovi, si è aperta a sperimentare nuovi percorsi metodologici e didattici capaci di condurre gli alunni più renitenti al raggiungimento dei traguardi formativi e alla maturazione di profondi valori umani e civili. Professionale, instancabile, indistruttibile, sempre presente: vera colonna portante della Scuola. Di Maria Santangelo Grasso mi piace ricordare la gentilezza, la dolcezza e al tempo stesso il rigore professionale: discreta nei rapporti con la presidenza, con i colleghi e il personale, precisa nello svolgere il proprio lavoro con coerenza, competenza e grande senso del dovere.   Da sottolineare le doti morali e professionali di entrambe, la loro disponibilità nella collaborazione, il loro contributo alla crescita umana oltre che scolastica dei nostri alunni. In questi anni siete state le vere protagoniste della “Buona Scuola “; avete non solo “educato “, ma anche “insegnato“: avete lasciato un’impronta, un segno indelebile della vostra presenza nell’Istituto «Marconi» e sarà proprio questo segno che colmerà il vuoto che ci lascerete. A nome di tutta la comunità scolastica, dunque, desidero esprimere vera gratitudine e affetto a tutti voi, augurandovi che il pensionamento sia un momento di gioia, un punto di passaggio verso nuovi orizzonti e interessi da coltivare”.

Alle docenti neopensionate si è aggiunta la sig.ra Rita Santangelo, del personale A.T.A., collaboratrice scolastica in forza alla scuola dell’Infanzia di Ragalna, figura importante all’interno dell’Istituto, che per anni è stata la prima persona ad accogliere le famiglie degli alunni di Scuola dell’Infanzia di Ragalna con cortesia e diplomazia.

Il pensionamento, per alcuni rappresenta un sogno, per altri uno spauracchio da rimandare il più in là possibile: in ogni caso segna un passaggio fondamentale, denso di significati. – dichiara il Dirigente – Desiderato o temuto, è sempre un cambiamento radicale che determina un certo grado di apprensione: nell’intimo si alternano timori e speranze, progetti e incertezze. La signora Rita ha rimandato finché ha potuto perché voleva rimanere ancora per qualche tempo con noi… A nome della comunità educante, saluto e ringrazio anche la signora Rita Santangelo, per essere stata punto di riferimento insostituibile per docenti, alunni e genitori”.

Con grande commozione, la docente Santa Rapisarda ha preso la parola: 

Buonasera Preside, mi sento commossa ed emozionata per queste parole che lei mi ha dedicato e che profumano di sincerità. Tra qualche mese sarò in pensione, ma io dico che sarò a “riposo per lo Stato” e mi rendo conto che salutare le persone che hanno riempito questi anni della mia vita, non è facile. Lascio il servizio quindi, con la consapevolezza di aver svolto il mio lavoro con passione civile, con lealtà e rigore etico.  L’Istituto Comprensivo “Marconi” l’ho visto nascere, in esso ho iniziato la mia esperienza professionale ed ora posso dire: è stato un grande privilegio lavorarci. La nostra scuola è stata ed è una vera fucina di iniziative culturali di notevole spessore, che va ben oltre le attività strettamente scolastiche. È una scuola aperta al territorio, che ha saputo interagire con tutti e ha accolto sempre tutti, con mani tese. Tanti anni di lavoro passati in fretta, tante straordinarie esperienze e penso ai miei cari alunni, alle loro ansie, ai loro problemi e alla loro curiosità di conoscere il mondo. Penso ai loro sorrisi, ai loro ricordi generosi che sollecitano i miei, quando li incontro già grandi. Ogni anno passato con i bambini ha contribuito ad accrescere la mia maturità umana e professionale. Nel mio lavoro mi sono adoperata di coniugare il rispetto della tradizione con l’apertura alle nuove e mutate esigenze dei tempi che corrono. Grazie a Lei Dirigente, che con la sua professionalità, senza mai guardare troppo l’orologio, ha contribuito con passione a rendere questa “nostra “scuola, questa “sua” scuola sempre viva, attenta, vivace e di respiro! Grazie per la sua umanità che ha sempre dimostrato con la voce, le parole e i gesti anche in momenti meno felici, di questo mio pezzo di storia vissuto insieme a Lei. Ho trovato in Lei un Capo d’Istituto sempre avvicinabile, disponibile e aperto al dialogo schietto e diretto. Non dubito che negli anni a venire, si sapranno raccogliere e vincere sempre, come si è fatto fino ad ora, le nuove sfide che le trasformazioni sociali, politiche, culturali e tecnologiche comportano, forti di un patrimonio di esperienze che in questa scuola, in questi anni, si è sedimentato. Di questa scuola, della “mia “scuola, serberò sempre vivo e affettuoso il ricordo. Un bel ricordo! Auguro a Lei una lunga e brillante carriera in campo professionale e   tanta gioia e immensa serenità per la sua vita privata. Ai cari colleghi auguro buone vacanze e BUONA SCUOLA a tutti quelli che rimangono e ritorneranno a settembre. Con grande affetto, Maestra Santa”.  

Altrettanto commossa, l’insegnante Maria Santangelo Grasso:

“Cari colleghi, come saprete già, questo è stato l’ultimo anno scolastico della mia carriera. Vorrei ringraziarvi per le tante cose fatte insieme e per la collaborazione che ho ricevuto. Esprimo a tutti voi, con profonda gratitudine, un sincero augurio di un futuro pieno di soddisfazioni, sia dal punto di vista professionale che personale. Un ringraziamento speciale va alla Dirigente dell’istituto per la stima che mi ha dimostrato, alla referente della primaria, al personale della segreteria e ai collaboratori che mi hanno sempre accolta con il sorriso e offerto la loro disponibilità. Alla collega Chiara Rosaria rivolgo un saluto particolare per essere stata per me una cara amica, una confidente e per avermi affiancata lungo il difficile percorso dell’insegnamento scolastico, per avermi supportata e per essere stata uno stimolo al confronto finalizzato alla crescita. Vi lascio con sinceri sentimenti di orgoglio per aver avuto il piacere di conoscervi e aver potuto lavorare con voi; per l’affetto ricevuto non solo dai colleghi, ma anche e soprattutto dagli alunni che  mi hanno ripagata del lavoro svolto, sempre con dedizione e passione. Sarei felice di rimanere in contatto con voi e spero di avere occasioni per frequentarci. Carissimi saluti a tutti, un abbraccio e …. Buone vacanze! Ins. Maria Santangelo Grasso”.                                                       

Marika Tripi, Collaboratrice del Dirigente e responsabile della scuola Primaria dichiara: “E’ difficile trovare le parole per esprimere le emozioni che abbiamo provato nel festeggiarle: un misto di malinconia, perché non saranno più con noi tutte le mattine, ma anche di contentezza, perché sappiamo che, con il collocamento a riposo, comincerà per loro un’altra fase della vita piena di nuove mete, conquiste, soddisfazioni. L’intera comunità scolastica con il cuore gonfio di riconoscenza e gratitudine ha salutato le care Maria e Santa, docenti che hanno fatto dell’insegnamento una missione e una passione. Insieme abbiamo scritto la storia della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo “G. Marconi” dal lontano 2000 e d’improvviso riaffiorano i numerosi ricordi che si alternano, si rincorrono, con una forza impetuosa che rimanda sempre alla profonda professionalità di entrambe. Santa e Maria, caratterialmente così diverse tra loro, hanno un unico filo conduttore: aver insegnato a ciascun alunno a credere in sé stesso, negli altri e nella vita, essere riuscite a far in modo che ognuno di loro riuscisse a dare il massimo, a far comprendere cosa sarebbero stati capaci di diventare. Ogni momento, ogni attimo vissuto con loro ha dato i suoi frutti: progetti, visite guidate e persino momenti ludici sono stati lo spunto per insegnare qualcosa ai ragazzi.  Mai stanche, mai annoiate, mai prive di stimoli, convinte del fatto che “chi si ferma è perduto”. Entrambe continueranno a fare parte della nostra comunità scolastica e ci conforta sapere che verranno a trovarci spesso, continuando a incoraggiarci e sorreggerci, come hanno sempre fatto in questi anni.  A loro va il mio GRAZIE. È stato un onore avervi conosciuto e aver condiviso con voi un lungo percorso professionale.”