“Periferia”, il forte documentario di denuncia dell’I.O.S. “Musco” di Catania – Le immagini VIDEO

“Periferia”, il forte documentario di denuncia dell’I.O.S. “Musco” di Catania – Le immagini VIDEO

CATANIA –Periferia” è il titolo del documentario che racconta i disagi e le speranze della periferia sudoccidentale di Catania. Un vasto territorio troppo spesso dimenticato che abbraccia quartieri come Librino, Zia Lisa, San Giorgio, Pigno e Villaggio Sant’Agata.

I ragazzi del Liceo Artistico “Angelo Musco” con le loro videocamere hanno raccontato non solo le difficili
condizioni in cui vivono gli abitanti, ma soprattutto il disagio dei ragazzi e dei giovani. Le difficoltà nel
reperimento del lavoro e la povertà si sommano alle scarse opportunità di aggregazione e di strutture per il
tempo libero, amplificando il disagio di molti ragazzi.


I giovani videomaker hanno dato voce alla gente, ai loro bisogni e ai loro desideri, e sono andati anche alla
ricerca di quei luoghi in stato di abbandono che potrebbero essere fruiti dagli abitanti, ma che oggi versano
in uno stato di profondo degrado. Il teatro Moncada, accanto al palazzo di cemento, rappresenta una delle
più grandi contraddizioni della nostra città. Più volte inaugurato e sistematicamente vandalizzato, è ormai
ridotto a un cumulo di macerie. Allo stesso modo l’ex scuola Brancati, distrutta e piena di rifiuti. Da
contrappunto a questi luoghi di degrado, il campo San Teodoro grazie ai Briganti di Librino e alle loro
attività, rappresenta uno dei rari spazi di libertà e di aggregazione in cui si lotta per costruire un futuro
diverso.

I ragazzi del Liceo Artistico sono stati guidati nelle riprese e nel montaggio dalla Prof.ssa Sonia Giardina per la quale la “realizzazione del documentario ha rappresentato non solo un’occasione per denunciare alcune carenze strutturali del quartiere, ma soprattutto un modo per i ragazzi per riappropriarsi del territorio, provando a immaginare un futuro diverso”.

Durante le riprese importante è stato il supporto di Zammù tv, la web tv dell’Università di Catania, che ha messo a disposizione risorse professionali e attrezzature.

Gli studenti del Liceo Musicale “Musco”, guidati dalla Prof.ssa Verdiana Pinto e dal Prof. Rosario Gioeni, si sono occupati della realizzazione della colonna sonora inedita. Assegnati i brani agli alunni dei relativi strumenti, è stata effettuata la registrazione delle singole parti in multitraccia nell’aula di ripresa dello studio di registrazione del Liceo Musco. Nell’ultima fase del percorso gli studenti del Liceo Musicale hanno curato l’editing audio e il missaggio con appositi software, occupandosi anche della registrazione delle voci narranti.

Un vero lavoro di squadra quindi, che ha prodotto un documentario che ci fa aprire gli occhi su una realtà troppo spesso dimenticata, ma per la quale “è possibile immaginare – secondo la Dirigente Scolastica
Dott.ssa Cristina Cascioun futuro migliore. Ma per raggiungere questo risultato occorre una maggiore sensibilità da parte delle amministrazioni e della classa dirigente che dovrebbero cominciare ad osservare con attenzione quartieri, come Librino, che hanno grandissime potenzialità, possibilità di sviluppo e di crescita. Pertanto il miglioramento di questo territorio deve essere una priorità su cui tutti dobbiamo scommettere”.

Il documentario è stato realizzato nell’ambito del progetto Monitor 440 – A2 Visioni fuori luogo.

Le immagini video del documentario