Il Rotary Club vicino all’I.C. “Fontanarossa” di Catania, donati tablet per la didattica

Il Rotary Club vicino all’I.C. “Fontanarossa” di Catania, donati tablet per la didattica

CATANIA – Ancora una volta il Rotary Club, distretto 2110 Sicilia-Malta, è vicino nell’impegno all’I.C. “Fontanarossa” di Catania. Questa volta lo fa con una iniziativa di pregio: il dono di 8 tablet dei quali potranno usufruire gli alunni in comodato d’uso.

Consapevoli delle difficoltà del momento legati all’impedimento pandemico, che ha costretto per lunghi periodi tutti gli alunni ad affrontare la didattica a distanza, nonché al problema legato alla carenza di dispositivi tecnologici, nonostante i finanziamenti ministeriali e Regionali che si sono rivelati insufficienti per il fabbisogno necessario, il Rotary ha voluto offrire il suo inestimabile contributo per aumentare le risorse e le capacità di apprendimento.


In una ristretta manifestazione tenutasi nel plesso “Masseria”, erano presenti il dott. Giovanni Cultrera, sovrintendente del Teatro Bellini, la dott.ssa Caltabiano, presidente dell’associazione Musica Insieme per Librino, accolti dalla Dirigente dell’Istituto prof.ssa Concetta Tumminia, nonché da una piccola rappresentanza degli alunni della scuola.

L’argomento di cui si è parlato nello specifico durante la consegna dei dispositivi è stato lo sviluppo della tecnologia ma si è evidenziato soprattutto, il suo corretto e diligente utilizzo sia dei dispositivi stessi che della rete alla quale si collegano.

La tecnologia, fondamentale in questo lungo periodo – ha dichiarato la dirigente Prof.ssa Tumminia – è stata sicuramente di notevole aiuto per non interrompere le attività educativo/didattiche in questo spazio di tempo altamente critico, ma non può e non deve allontanarci dalla realtà, dalla vita e dai rapporti interpersonali, quelli che si vivono e si costruiscono senza il filtro di un dispositivo tecnologico e coi contatti umani”.

Il Dott. Cultrera, inoltre, ha intrattenuto ancora i pochi presenti, argomentando di musica e di arte, auspicando che presto, ma molto presto, si possa tornare nei teatri, luogo deputato alla cura della bellezza e della cultura. La Dirigente, Prof.ssa Tumminia, ha ringraziato il Dr. G. Cultrera e la D.ssa Caltabiano per la pregevole iniziativa e la generosità che contraddistingue per la nobiltà d’animo.

Le foto