Giornata della Memoria all’I.I.S. “Concetto Marchesi” di Mascalucia

Giornata della Memoria all’I.I.S. “Concetto Marchesi” di Mascalucia

MASCALUCIA –Noi studenti del Concetto Marchesi– dichiarano Francesco Agueci, Gianfranco Nolis, Claudia Rao e Antonio Rapicavoli, rappresentanti degli studenti nel Consiglio d’Istituto della scuola etnea sentiamo profondamente il valore fondamentale della Giornata della Memoria per ricordare la storia della Shoah, per tramandare il ricordo dell’orrore attraverso le testimonianze condivise delle vittime e così mantenere viva l’attenzione su sconcertanti fenomeni di intolleranza e antisemitismo“.

Dalle buone intenzioni ai fatti, gli studenti sono stati promotori di iniziative che, nella piena osservanza delle misure per il contenimento della diffusione del Covid-19, coinvolgeranno l’intera scolaresca nella Giornata della memoria, il 27 gennaio 2022, coordinate dalla prof.ssa Agata Cullurà, direttore del Dipartimento di Filosofia, Storia, Scienze economico-giuridiche e IRC, accolte unanimemente dagli organi collegiali e dal Dirigente scolastico, prof.ssa Lucia Maria Sciuto.


Ai momenti di intensa commozione suscitati dal gruppo musicale Concetto Marchesi che ha eseguito “Blowin’ in The wind” di Bob Dylan e “Gam Gam Gam” di Ennio Morricone è seguito un minuto di silenzio. Interesse e sentita partecipazione delle studentesse e degli studenti che hanno seguito in diretta, dalle rispettive aule, l’intervento del prof. Nino Bellia, che ha conosciuto Madame Suzanne Kalisz, vittima e testimone dell’Olocausto, arrestata nel 1943 per attività a favore della Resistenza francese e, accertate le origini ebraiche, trasferita nei campi di sterminio tedeschi, dapprima nel campo di concentramento di Auschwitz e successivamente in quello di Bergen Belsen.

Sopravvissuta al genocidio, Madame Suzanne Kalisz visse a Parigi e poi si trasferì alle pendici dell’Etna, dove il prof. Bellia la conobbe e coinvolse in attività di sensibilizzazione delle scolaresche proprio nel 2005, anno di istituzione della Giornata della Memoria e anno della scomparsa della stessa Kalisz.

Sono orgogliosa degli studenti, del personale e delle famiglie del Marchesi per la grande prova di maturità e di rispetto dei valori fondamentali dell’umana convivenza che oggi tutti testimoniano con la memoria“, afferma il Dirigente scolastico prof.ssa Lucia Maria Sciuto. “‘L’orrore non è finito nel 1945, potrebbe accadere ancora’, con questo monito Liliana Segre, in queste ore, ricorda l’Olocausto e Primo Levi agli studenti per mantenere la memoria e la consapevolezza storica. I ragazzi del Marchesi sono con coloro che non dimenticano e vogliono essere sempre attenti, vigili, solidali, attivi per il rispetto dell’essere umano“.

Articolo redatto in collaborazione con la prof.ssa Mimma Furneri