Tanasi: "Parlamentari aprite i portafogli per far volare i siciliani"

Tanasi: “Parlamentari aprite i portafogli per far volare i siciliani”

Tanasi: “Parlamentari aprite i portafogli per far volare i siciliani”

CATANIA – “Non dicono di fare politica a servizio del cittadino?bene ora possono dimostrarlo”. Va all’attacco, senza alcuna remora, il segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi.


“I parlamentari regionali aprano il portafogli e donino una parte delle loro mega indennità per far volare i siciliani visto che Alitalia ha detto che taglia le tratte fra nord e sud perché non rientra dai costi”.


Dopo che la compagnia di bandiera italiana ha stabilito che dal primo ottobre spariranno i collegamenti nazionali con Bologna, Torino, Venezia e Verona si è scatenato il terremoto in Sicilia.

“Un terremoto che però i nostri politici stanno ignorando, non vedo una reazione seria da parte dei colletti bianchi. Dormono mentre l’isola viene ancora una volta penalizzata. Ma di che stiamo parlando? E’ uno schifo questa situazione. Alitalia se ne va, Air One chiude e noi ci guardiamo in faccia”.

In soldoni per chi vorrà raggiungere Bologna la tappa obbligata sarà Roma: Catania-Roma-Bologna. Un viaggio che prima durava un’ora e mezza ora ne durerà quattro.

Ci affidiamo allora alle compagnie low cost? Anche qui sarà tutta da vedere perché in assenza di concorrenza forte i costi dei biglietti schizzeranno.

“Un sacrificio lo devono fare tutti quindi destiniamo i soldi che ora vanno ai gruppi parlamentari e alle indennità proprio per ripristinare le rotte aeree e non per mangiare sempre”.

Tanasi non ha peli sulla lingua e incalza “Siamo una delle regioni col più alto tasso di disoccupazione, vantiamo ahimè il tasso di sovra-indebitamento per cittadino maggiore d’Italia e vogliamo continuare ad affossarci? Fuori i soldi dell’Ars”.

Ora la parola ai politici.