I piccoli alunni della “Pestalozzi” di Catania incontrano gli agenti della Polizia di Stato

I piccoli alunni della “Pestalozzi” di Catania incontrano gli agenti della Polizia di Stato

CATANIA – Mercoledì mattina, presso l’auditorium della sede di viale Nitta, gli alunni della IV C e della IV D della Scuola Primaria “Pestalozzi” di Catania, hanno partecipato – insieme alla Dirigente Scolastica, prof.ssa Elena Di Blasi, alla Vicaria, ins. Maria Piana, e alle docenti – all’incontro con il Vicequestore, dott.ssa Manuela Recca, il Commissario Massimo Leone, il Sovrintendente Capo Alessandro Urtata, l’Assistente Capo Alfio Bertolini, l’Agente Scelto Veronica Crimi e l’Agente Elena Masiero della Questura di Catania e del Commissariato di Librino.


In collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e con il sostegno del Ministero dell’Economia e delle Finanze, la Polizia di Stato ha presentato la settima edizione dell’agenda scolasticaIl Mio Diario”. Questo momento significativo, dedicato in esclusiva agli alunni dell’Istituto Omnicomprensivo “Pestalozzi” tra tutte le scuole siciliane e tra dieci individuate su tutto il territorio nazionale, è stato ancora più pregnante in questo periodo in cui tutti siamo più fragili e preoccupati dagli effetti dell’andamento epidemiologico.


I piccoli allievi della scuola hanno ricevuto in dono il diario realizzato sui temi della Legalità, dell’Amicizia e della Solidarietà, valori su cui si basa l’azione che tutta la Comunità Educante porta avanti ogni giorno per il bene e il successo formativo di ogni studentessa e di ogni studente.

Protagonisti delle pagine del diario sono Vis e Musa, due ragazzini che, insieme al cane Lampo terranno compagnia ai bimbi, aiutandoli ed incoraggiandoli a diventare “Supereroi della Legalità”, e Geronimo Stilton, il famoso roditore-investigatore tanto amato dai bambini.

Grande spazio ha avuto, inoltre, il richiamo alle regole di contenimento dell’infezione Covid-correlata, messe in pratica anche dai piccoli studenti, i quali hanno preso parte attiva nel dialogo educativo con gli Agenti di Polizia. Questo intervento è stato un utile e ludico rinforzo positivo nel corretto utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale.

Infine, l’invito alla scrittura di un diario personale riporta alla necessità, in un mondo digitalizzato ed informatizzato, di non perdere il contatto con la realtà e di ritornare ad apprezzare e gustare “la lentezza” dell’ascoltarsi, che questa pratica comporta.

Soddisfatta la Preside Di Blasi, la quale conta, insieme a tutta la Comunità della Pestalozzi, sul proficuo contributo che le Forze dell’Ordine possono apportare per la prevenzione di fenomeni di abbandono, dispersione, discriminazione ed emarginazione (violenza di genere, sicurezza sul web, bullismo e cyberbullismo).

Le foto dell’evento