Pericolo cenere dell’Etna, limite di velocità e divieto di circolazione per i mezzi a due ruote nel Catanese

Pericolo cenere dell’Etna, limite di velocità e divieto di circolazione per i mezzi a due ruote nel Catanese

GIARRE – La città di Giarre, nella notte tra sabato 31 luglio e domenica 1 agosto ha subito nuovamente una pioggia di cenere vulcanica derivante dall’ennesima attività parossistica del vulcano Etna

Nella stessa mattina della domenica 1 agosto il Sindaco di Giarre Angelo D’Anna e l’Assessore alla protezione Civile Alfio Previtera hanno predisposto una ricognizione sul territorio a cura della protezione civile comunale per accertare l’entità della cenere vulcanica caduta, che risulta essere di circa 1,2 Kg/mq. Successivamente sono state date disposizioni per l’immediata pulizia dell’area dell’elisoccorso e convocato un tavolo tecnico con la partecipazione del Dirigente dell’Area tecnica Ing Giuseppa Rita Leonardi, del responsabile della protezione Civile Comunale Ing. Salvo Grasso e varie dipendenti comunali per le determinazioni da assumere.


Inoltre, durante la mattinata, Il Sindaco Angelo D’Anna è stato in contatto con il Dirigente della Protezione Civile Regionale Ing. Salvatore Cocina e con il presidente della S.R.R.  (Società per la regolamentazione dei rifiuti) Avv. Ignazio Puglisi per valutare le varie opzioni per lo smaltimento del materiale stoccato e da stoccare.

Al fine di tutelare l’incolumità pubblica e stata emanata ordinanza sindacale che stabilisce i seguenti limiti alla circolazione stradale:

  • dall’ 1 al 20 agosto 2021, gli autoveicoli circolanti nelle strade del territorio comunale dovranno osservare il limite di 30 km/h; inoltre gli automezzi dovranno procedere con prudenza e tenere una velocità, anche inferiore a quella prescritta al fine di evitare tamponamenti ed altre situazioni di pericolo;
  • dall’1 all’ 8 agosto 2021 è fatto divieto di circolazione dei mezzi a due ruote nell’intero territorio comunale. Dopo tale data e fino al 15 agosto per gli stessi mezzi è fissato il limite di velocità di 30 km/h.

Con la medesima ordinanza, per consentire lo smaltimento della cenere vulcanica derivante da pulizia di spazi privati e disciplinare ulteriormente le operazioni di raccolta e stoccaggio della sabbia vulcanica da parte dei cittadini, è stato fatto DIVIETO ASSOLUTO di depositare i sacchetti in plastica o similari per il conferimento della sabbia che pertanto dovrà essere depositata sfusa nelle seguenti aree di deposito alcune delle quali nuove rispetto a quelle precedentemente individuate nei mesi scorsi:

  • San Giovanni Montebello – Via Di Bella (slargo San Pio), Via G. Borsì (slargo campo sportivo);
  • Macchia – Via Damasco angolo Via della Regione; Via delle Mimose angolo Via delle Gardenie; 
  • Via Regina Pacis (angolo V.le Don Minzoni);
  • Sciara (spiazzo antistante la Chiesa);
  • Peri-San Camillo (area a parcheggio Via S. Pellico), V.le Aldo Moro bassa – (zona campetto calcio “gabbia”);
  • Trepunti (ecopunto);
  • San Leonardello (slargo retrostante la chiesa dismessa);
  • Altarello (area a parcheggio Via Ungaretti – slargo villetta S. Pio;
  • Miscarello (piazza);
  • Corso Messina (area a parcheggio adiacente Lidl);
  • Via Maccarrone – largo Baden Powell;
  • Santa Maria La Strada (Via Penturo area antistante centro commerciale);
  • Carruba (area a parcheggio V.le Della Gioventù).