Etna, riparte l’attività eruttiva: cenere in dispersione, ecco verso dove – la NOTA dell’INGV

Etna, riparte l’attività eruttiva: cenere in dispersione, ecco verso dove – la NOTA dell’INGV

CATANIA – La serie di parossismi dell’Etna non accenna ancora a fermarsi. Anche nella giornata di oggi, il vulcano più alto d’Europa continua a far parlare di sé, con un’attività eruttiva iniziata intorno alle otto di questa mattina.

Riportiamo, di seguito e integralmente, il comunicato dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) di Catania sull’attività odierna.


Etna, il comunicato dell’INGV

“L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, comunica che l’attività stromboliana al Cratere di Sud-Est si sta gradualmente intensificando, producendo modeste emissioni di cenere che, sulla base del modello previsionale, si disperde in direzione Est-Sud-Est. Inoltre è in corso un trabocco di lava verso sud-ovest.

Alle ore 08:10 UTC l’ampiezza del tremore vulcanico è su valori alti con andamento in crescita. L’ultima localizzazione del tremore, alle ore 07:15 UTC, risulta in prossimità del Cratere di Sud-Est ad una profondità di circa 3,0 km s.l.m. .

Il numero degli eventi infrasonici negli ultimi 10 minuti, alle ore 08:06 UTC, è molto alto. L’ultimo evento infrasonico risulta localizzato in prossimità del Cratere di Sud-Est. Allo stato attuale non si osservano variazioni significative nei segnali delle reti clinometriche e GNSS”.

Immagine di repertorio