La street art a Catania, inaugurato in via Carmelo Abate un murale per non vedenti

La street art a Catania, inaugurato in via Carmelo Abate un murale per non vedenti

CATANIA – Oggi a Catania, in via Carmelo Abate è stato presentato dal presidente del Consiglio regionale dell’Unione Gaetano Renzo Minincleri nell’ambito dell’evento diffuso ‘Non sono un murales – Segni di comunità’, un murale a rilievo fruibile per non vedenti e ipovedenti realizzato dalla Stamperia Braille.

L’evento si è svolto in contemporanea in 120 luoghi d’Italia in occasione della 9/a Giornata europea delle fondazioni. La Stamperia regionale Braille Onlus ha reinterpretato, come altri soggetti in tutt’Italia, uno stencil dello street artist LDB fornito dall’impresa sociale ‘Con i Bambini’.


L’immagine raffigura, ha spiegato Minincleri, “un bambino con uno zaino che guarda di fronte a sé, ossia verso l’avvenire, e un anziano che gli allaccia le scarpe: simbolicamente l’unione tra il vecchio e il nuovo“.
Il clou del messaggio – ha spiegato il presidente siciliano dell’Uici Antonio Tringalesono le textures, le trame: attraverso colori e tridimensionalità si vuol rendere esplicito il rapporto comunicativo tra adulto e bambino in una modalità che sfrutta sia il contrasto cromatico, per gli ipovedenti, sia il rilievo, per i ciechi assoluti“.

Abbiamo aderito all’iniziativa – ha aggiunto Tringale – su sollecitazione della Fondazione per il Sud e dell’impresa sociale ‘Con I Bambini’, che hanno finanziato un importante progetto nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il progetto si chiama Bloom again, ossia rifiorire, ed è rivolto a bambini e ragazzi non vedenti e ipovedenti anche in Sicilia. Cento di essi stanno ricevendo un pc portatile e soprattutto un’adeguata formazione“.

Inoltre il murale è accompagnato da un QR code che rimanda al sito dell’iniziativa e dal logo di Con i Bambini.

Fonte foto Ansa