Trecastagni piange Vanessa Zappalà, uccisa dall’ex fidanzato che aveva già denunciato per stalking

Trecastagni piange Vanessa Zappalà, uccisa dall’ex fidanzato che aveva già denunciato per stalking

ACI CASTELLO –Non puoi mostrare il mare che hai dentro a chi non sa nuotare“. Porta questa frase la foto profilo postata lo scorso 19 luglio da Vanessa Zappalà, 26 anni appena, ennesima vittima di femminicidio.

La giovane, di Trecastagni (Catania), è morta nella notte, attinta da diversi colpi di pistola sparati al suo indirizzo a quanto pare dall’ex fidanzato che proprio la vittima avrebbe in passato denunciato per stalking.


A piangerla è una comunità stravolta, e le amiche più care, che sui social scrivono: “Principessa sarai l’angelo più bello… Non mi può pace, quante volte ti mandavo messaggi: ‘Stai attenta Vane… Vane ho paura…’. E tu: ‘Tranquilla, non mi fa niente, è solo geloso‘. Facevi casa e lavoro, una ragazza tranquilla, buona, gentile, educata. Ho un senso di vuoto… Di angoscia… Nika del mio“.

Vanessa stava passeggiando nel Lungomare di Acitrezza (frazione marinara di Aci Castello), quando l’ex fidanzato – di San Giovanni La Punta – le avrebbe sparato diversi colpi di arma da fuoco, di cui uno fatale che l’avrebbe raggiunta alla testa e uccisa sul colpo.

Ferita, ma fortunatamente di striscio, anche un’amica.

Il presunto omicida sarebbe al momento ricercato. I carabinieri sarebbero sulle tracce dell’ex fidanzato della vittima che, secondo gli ultimi aggiornamenti, non sarebbe ancora stato ritrovato.