Tragedia di Santa Maria La Scala: domani lutto cittadino e fiaccolata ma il carnevale di Acireale continua

Tragedia di Santa Maria La Scala: domani lutto cittadino e fiaccolata ma il carnevale di Acireale continua

ACIREALE – Sarà lutto cittadino ad Acireale, in provincia di Catania, per la morte dei 3 giovani travolti da un’onda anomala a Santa Maria La Scala, ma il carnevale non si fermerà.

La decisione era già nell’aria ed è stata annunciata oggi dall’amministrazione comunale e dalla fondazione che si occupa dell’organizzazione della manifestazione nel corso di una conferenza stampa.


La scelta è stata presa per tutelare quello che è considerato un patrimonio della città: il carnevale di Acireale, infatti, viene riconosciuto come uno dei più belli di Sicilia ed è gemellato con l’omologo di Viareggio.

La volontà di proseguire con la kermesse ha destato non poche polemiche in città: non sono, infatti, pochi coloro che considerano la decisione presa come una mancanza di tatto nei confronti delle famiglie e degli amici di Lorenzo D’Agata, Margherita Quattrocchi ed Enrico Cordella.

I corpi della ragazza e del 27enne sono stati ritrovati ieri. Recuperata anche la Fiat Panda verde vecchio modello a bordo della quale i tre giovani si trovavano quando sono stati travolti dall’onda anomala sul molo del porticciolo della frazione marinara di Acireale. Proseguono, invece, le ricerche per trovare il 22enne Enrico Cordella.

Domani, mercoledì 27 febbraio, sarà lutto cittadino nella città d’origine dei tre ragazzi. A Santa Maria La Scala, inoltre, si terrà una fiaccolata in loro memoria e un momento di preghiera.