Terremoto di magnitudo 4.8 a Catania e provincia: i DETTAGLI della scossa che ha spaventato la popolazione

Terremoto di magnitudo 4.8 a Catania e provincia: i DETTAGLI della scossa che ha spaventato la popolazione

CATANIA – È stata nettamente avvertita da tutta la popolazione la scossa che alle 2,34 ha letteralmente buttato giù dal letto gli abitanti di Catania e provincia.


Come registrato dalla sala sismica dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il terremoto ha avuto una magnitudo di 4.8 gradi della scala Richter e l’epicentro è stato registrato a 2 chilometri da Santa Maria di Licodia, nel Catanese.

Nello specifico queste sono le coordinate geografiche (lat, lon) segnalate dall’INGV 37.6, 14.89. La scossa è stata registrata a una profondità di 9 chilometri.


Molta la paura tra gli abitanti della provincia etnea che hanno sentito tremare tutto e si sono riversati in strada, cercando anche notizie e conforto sui social.

Alle 2,59 è stata registrata un’altra scossa, stavolta con magnitudo 2.5 e con epicentro a 3 chilometri da Biancavilla, sempre nella provincia etnea, a una profondità di un chilometro.

Stando ad alcune notizie, pare che dalla Chiesa Madre di Biancavilla siano crollati dei cornicioni. Non si hanno ancora notizie, fortunatamente, di feriti.

Ad Adrano le squadre della Protezione civile sono già mobilitate ed in giro per le vie cittadine per verificare eventuali danni o criticità; con loro, il sindaco Angelo D’Agate e il responsabile della Protezione civile locale Nino Rosano.