Tangenziale di Catania, inseguimento in piena notte: 3 arrestati

Tangenziale di Catania, inseguimento in piena notte: 3 arrestati

CATANIA – Nottata particolarmente movimentata, quella di qualche giorno fa per una pattuglia della Polizia Stradale impegnata in servizio di vigilanza stradale lungo la Tangenziale di Catania, nell’ambito dei servizi predisposti dal Compartimento Polstrada Sicilia Orientale.

Gli agenti, mentre transitavano nei pressi del km 1+700 della Tangenziale di Catania direzione sud, in prossimità del margine destro della carreggiata, hanno notato un motociclo Honda Sh 300 con a bordo un uomo, spinto da un’auto con a bordo due individui.


L’uomo in sella al motociclo, accortosi della presenza degli operatori di Polizia, repentinamente ha abbandonato il mezzo, spingendolo verso il centro della carreggiata, con l’evidente scopo di ostruire il transito della pattuglia, salendo poi velocemente a bordo dell’auto che lo seguiva che fermatasi momentaneamente per poi prontamente ripartire.

Ne nasceva un breve inseguimento, fino a quando i poliziotti sono riusciti a raggiungere il veicolo in fuga, affiancandolo sulla sinistra e, una volta superato, si sono posti obliquamente alla sede stradale davanti l’auto per provocarne l’arresto della marcia.

Il conducente del veicolo, però, anziché fermarsi ha effettuato l’ultimo tentativo di sottrarsi al controllo, andando ad urtare la fiancata laterale destra dell’auto di servizio. Non riuscendo nell’intento i tre individui, tutti di nazionalità italiana, sono stati raggiunti e bloccati definitivamente dall’equipaggio.

I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che il motociclo era stato appena rubato in territorio di San Giovanni La Punta e che il conducente dell’auto guidava senza aver conseguito la patente di guida, pertanto è stato denunciato in stato di libertà per recidiva nel biennio.

Nell’immediatezza, il veicolo è stato restituito al proprietario ignaro dell’accaduto; i tre uomini, sono stati arrestati per furto aggravato in concorso e per resistenza a pubblico ufficiale, venendo immediatamente liberati su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Immagine di repertorio