Strade sporche e tombini completamente otturati: la situazione a Catania nella II e III Municipalità – FOTO

Strade sporche e tombini completamente otturati: la situazione a Catania nella II e III Municipalità – FOTO

CATANIA – Con le strade sporche e l’attuale carenza di un servizio di spazzamento basilare per dare il giusto decoro a “Borgo-Sanzio”, il III Municipio di Catania si è fatto carico delle segnalazioni dei cittadini sottoponendo il problema all’amministrazione comunale.

In totale sinergia con l’assessore Barresi – dichiara il presidente del III municipio Paolo Ferrara abbiamo presentato tutte le problematiche del caso ricevendo in cambio precise rassicurazioni sulla risoluzione del problema. In questo momento è di vitale importanza garantire il decoro e la pulizia delle nostre strade attraverso un piano di lavoro studiato in ogni minimo dettaglio”.


“L’amministrazione è in procinto di trovare delle soluzioni adeguate e noi attendiamo con fiducia e con collaborazione costruttiva la piena attuazione di questi interventi“, prosegue.

Tante le strade di “Borgo-Sanzio”, infatti, estremamente sporche che generano lamentele di ogni tipo tra abitanti e commercianti. Da qui anche l’ulteriore impegno dell’assessore Barresi attraverso il piano sicurezza con le multe anti-incivili elevate dalla polizia municipale.

Nel II Municipio, invece, emerge un’altra situazione da attenzionare. Che si tratti di spazzatura o di cenere vulcanica sono ancora tanti i tombini e le caditoie che restano otturati.

Si tratta di un enorme problema – afferma il consigliere di “Picanello-Ognina-Barriera-Canalicchio” Andrea Cardello se non si pone subito rimedio quello che succederà con le prossime piogge è facilmente immaginabile per tutti. Serve una forte azione preventiva adesso prima che sia troppo tardi”.

“Alcuni tombini sono praticamente ‘murati‘ mentre altri sono ridotti a contenitori per i rifiuti. Già da tempo sto portando avanti, attraverso le segnalazioni dei cittadini e la collaborazione con alcune associazioni del territorio, un lavoro di mappatura delle zone del II municipio maggiormente a rischio“, aggiunge.

“Oggi è fondamentale un’azione incisiva dell’amministrazione comunale che deve rimuovere le tante discariche presenti nel nostro territorio: questo è il primo passo per garantire un sistema per il deflusso delle acque piovane degno di questo nome”, conclude.

Le foto