Santa Venerina, firmato contratto per lavori della Chiesa dopo i danneggiamenti del terremoto

Santa Venerina, firmato contratto per lavori della Chiesa dopo i danneggiamenti del terremoto

SANTA VENERINA – Firmato il contratto per l’affidamento dei servizi di progettazione della chiesa a Santa Venerina.

Venerdì 18 febbraio è stato stipulato un contratto per i lavori della chiesa danneggiata dal forte terremoto del 26 dicembre del 2018.


Il contratto, che prevede fondi finanziati con ordinanza n° 11 del 22 luglio 2020 del commissario straordinario per la ricostruzione nei territori Etnei colpiti dagli eventi sismici del 26 dicembre 2018, contempla un importo complessivo pari a euro 47.039,13, oltre l’IVA.

Il contributo erogato include i seguenti servizi: ingegneria e architettura attinenti alla fattibilità tecnica ed economica, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, direzione lavori, misure e contabilità, certificato di regolare esecuzione, relazione geologica, indagini e prestazioni specialistiche relativamente ai lavori di “Riparazione del danno e miglioramento sismico della chiesa di Santa Venera”.

Si prevede un costo complessivo degli interventi (lavori, progettazione, IVA e quant’altro) di  1.185.000 euro.

La gestione della procedura di gara per l’affidamento dei servizi sopramenzionati è stata demandata alla Diocesi di Acireale, nella persona di don Angelo Milone, direttore dell’Ufficio per i Beni Culturali Ecclesiastici e l’Edilizia di Culto.

Il bando è stato indetto a seguito di manifestazione di interesse, pubblicata sulla piattaforma https://www.diocesiacireale.tuttogare.it

Presenti alla firma, oltre a don Angelo Milone, anche i progettisti aggiudicatari del bando, in rappresentanza dell’RTP costituito, coordinato dall’ ingegnere Vullo Francesco, l’ingegnere Rosario Arcidiacono del RUP, il parroco don Giovanni Marino e l’ingegnere Maria Aurora Cristaudo quale collaboratrice al RUP.