Quartiere Borgo-Sanzio, Comitato Vulcania: “Sembra una piccola jungla”, serve manutenzione. Impiegare percettori RdC

Quartiere Borgo-Sanzio, Comitato Vulcania: “Sembra una piccola jungla”, serve manutenzione. Impiegare percettori RdC

CATANIA – Il Comitato Cittadino Vulcania è stato sollecitato dai residenti e commercianti del quartiere Borgo-Sanzio di Catania a far fronte ad alcuni problemi che continuano a persistere da tempo nonostante siano avvenute molteplici segnalazioni dagli stessi.

Passeggiando nel quartiere in questione è frequente vedere vie e marciapiedi in cui occorrono lavori di scerbatura e pulizia. Aiuole e marciapiedi sono invasi da erbacce e i cespugli crescono in modo selvaggio. In alcuni casi hanno preso il posto delle mattonelle mancanti. Può capitare persino laddove il marciapiede non è tanto largo che per non inciampare bisogna necessariamente allungare il passo per scavalcare le erbacce.


quartiere borgo quartiere sanzio

Su molte strade i marciapiedi sono ricoperti in diversi punti da erbacce cresciute a dismisura e mai falciate. In particolare sulle seguenti vie: Sassari, Fleming, Milo, Macchi, Firenze, R. Imbriani, Quieta, Siena, Ingegnere, Mimosa, Tribuna, Valdisavoia, R. Sanzio, Empedocle, Carducci, C. Beccaria, Bronte, Pirandello, V. Giuffrida, P.zza Bonadies, F. Raciti, etc..

I cittadini del quartiere reclamano più attenzione, ma soprattutto più manutenzione del verde e magari confidano nell’annunciato impiego dei percettori del Reddito di Cittadinanza da parte del Comune, argomento richiesto, già diverse volte dal Comitato.

quartiere vulcania

Sulla questione è intervenuta la presidente del Comitato, Angela Cerri: “La gestione cittadina è a dir poco imbarazzante sotto ogni punto di vista, ma in questi giorni ritengo doveroso soffermarmi sulla vergognosa situazione in cui versano molte strade del quartiere Borgo-Sanzio, dal punto di vista della gestione del verde pubblico sul servizio di scerbamento. Non esiste un programma di manutenzione ordinaria costante ma solo interventi passati sporadici. Ogni angolo della città, ogni marciapiede, ogni strada risultano totalmente abbandonate a se stesse, prive di manutenzione. Le foto si documentano da sole.

Se, da una parte, è piacevole vivere in un quartiere ricco di verde, dall’altra tale verde andrebbe anche un minimo curato, in modo che non dia l’impressione di essere quasi in una giungla, e, soprattutto, che lasci i marciapiedi e le strade pienamente accessibili. Ogni anno, in questo periodo la problematica emerge, ma quest’anno più degli altri è visibile lo stato in cui versa la nostra città. Non ci arrendiamo davanti all’indifferenza! Chiediamo a chi di dovere di attivare in tempi brevi un pronto intervento. Tutto ciò al fine di garantire ai cittadini un quartiere più pulito e decoroso”.