Myrmex, fumata nera in prefettura

Myrmex, fumata nera in prefettura

CATANIA – Fumata nera in Prefettura per la vertenza Myrmex. La Regione non si e’ presentata all’incontro di stamattina a Palazzo Minoriti sul futuro del laboratorio di ricerca farmacologica della zona Industriale.


Assenti gli assessori regionali Linda Vancheri e Lucia Borsellino. Presenti al tavolo invece  il Comune, con il vicesindaco Marco Consoli, l’azienda, con  l’avv. Gian Luca Calvi e Salvatore Celeste, direttore del centro di ricerca e i rappresentanti sindacali di Cgil, Uil e Cisal. Ha coordinato l’incontro il viceprefetto Rosamaria Monea.

“L’incontro non e’ stato proficuo per l’ assenza della Regione  – ha dichiarato Giacomo Rota, segretario generale Cgil Catania –  Siamo preoccupati e irritati. Non si può giocare con il pane di 69 famiglie”.  E ancora. “Abbiamo richiesto la proroga della data di scadenza ( fissata il 17 settembre) della clausola di salvaguardia occupazionale sancita dalla delibera regionale dell’agosto 2011”. 


“la nostra pazienza sta per terminare  – conclude Rota –  i lavoratori metteranno  in campo il loro protagonismo guidati dai sindacati nelle forme previste dalla legge e con la civiltà che da sempre contraddistingue i lavoratori della Myrmex”

Intanto sotto la prefettura per tutta la mattinata i lavoratori hanno promosso un sit-in di protesta.  Il laboratorio Myrmex  alla zona industriale rischia di chiudere i battenti dopo 3 anni di inattività. I 69 dipendenti attualmente sono in cassa integrazione a zero ore da febbraio.

Due tecnici laboratorio Myrmex

Antonino Rizzo e Agatino Giannino (nella foto) sono due tecnici della Myrmex. “Le nostre certezze sono andate a pezzi da un giorno a l’altro – ci dice Antoninoho 52 anni e da 26 lavoro al laboratorio. E adesso sono a casa“.  Al suo sfogo, si unisce quello del collega Agatino, 49 anni – “E’ da tre anni che non tocco una provetta e salto i corsi di aggiornamento,  oltre la beffa il danno professionale. Spero solo di poter tornare a lavorare. Mi hanno levato la mia passione”.