Mascalucia, maestra aggredita da alunno e genitori finisce in ospedale: carabinieri intervengono a scuola

Mascalucia, maestra aggredita da alunno e genitori finisce in ospedale: carabinieri intervengono a scuola

MASCALUCIA – Ha tutti i connotati per essere etichettata come una vera e propria aggressione, quella avvenuta nella giornata di ieri a Mascalucia, nel Catanese, tra le mura dell’Istituto Comprensivo “Federico II di Svevia”, dove una maestra è stata “aggredita” da un suo giovane alunno e dai genitori di quest’ultimo.


Il piccolo aggressore non ha che 6 anni e mezzo, ma la giovane età pare non gli abbia impedito di colpire la sua insegnante con un calcio al ginocchio, lì dove tempo prima la donna aveva subìto un’operazione.

Mentre lei cadeva a terra, dolorante, sembrerebbe che siano giunti anche i genitori del piccolo, che – secondo quanto diffusosi sui social e da “voci di corridoio” non confermate – tutto avrebbero fatto tranne che “difendere” e “aiutare” l’insegnante. Sarebbero stati dei terzi a contattare i carabinieri della stazione di Mascalucia che, intervenuti sul posto, pare abbiano “calmato le acque”.


La notizia sta facendo il giro del web e sui social, soprattutto, c’è chi ha fatto partire una vera e propria gara di solidarietà per la maestra Melita – questo il suo nome – dove chiunque è invitato a condividere la vicenda e a inviare un messaggio di conforto alla donna aggredita, che se la caverà con 7 giorni di prognosi.

Sulla questione è intervenuta ai nostri microfoni il Dirigente Scolastico Giuseppina Consoli, in aggiunta a una rassicurazione riguardo lo stato di salute della maestra Melita, che ha dichiarato: “Quando accadono eventi di questo tipo e si creano problematiche di questo genere, si attivano all’interno dell’istituto controlli e attività a sostegno del bambino e della sua famiglia”. “Sul momento non ero presente – conclude il Dirigente Scolastico – e dunque non posso confermare o smentire le dinamiche e l’intervento dei genitori”.

Fonte immagine Google Maps