Mascalucia: inaugurata area giochi per i bambini disabili

Mascalucia: inaugurata area giochi per i bambini disabili

MASCALUCIA – Stamani a Mascalucia è stata inaugurata un’iniziativa di solidarietà verso quei bambini che fino ad oggi non hanno potuto frequentare il parco giochi senza trovare difficoltà. Oggi è possibile anche per loro trovare un divertimento senza pericoli.

Con questa iniziativa l’Amministrazione comunale di Mascalucia ha integrato il parco giochi con nuove attrezzature per il divertimento adatte ai bambini portatori di handicap.


«Abbiamo voluto garantire il benessere e il movimento in sicurezza anche per quei bambini meno fortunati – ha commentato il sindaco, Giovanni Leonardi -. Un servizio in più per l’integrazione, un segno di maggiore attenzione verso i ragazzi che fino ad oggi non hanno potuto godere dei giochi insieme agli altri bambini. Stiamo lavorando per fare altri interventi per migliorare la condizione del parco – ha concluso il primo cittadino – ma bisogna fare appello anche al senso civico della gente perché spesso il parco è oggetto di atti vandalici».

All’inaugurazione, oltre ai bambini degli istituti scolastici “Fava”, “L. da Vinci” e “Federico II di Svevia”, coinvolti in momenti di animazione, e al sindaco Leonardi, erano presenti tanti genitori, la preside Lucia Roccaro, il vicesindaco Fabio Cantarella, la consigliera Letizia De Vita, il rag. Cirino Torrisi, responsabile dell’Area Servizi socio-culturali.

Letizia De Vita è stata la promotrice dell’iniziativa, colei che ha proposto una mozione sull’argomento approvata da tutto il consiglio comunale.

«Presentai questa mozione tre anni fa – ha spiegato l’avv. De Vita – e ringrazio l’Amministrazione per aver dato seguito a questa mia iniziativa voluta per dare un segno di sensibilità verso coloro che hanno bisogno di maggiore attenzione; un’iniziativa nel segno dell’inclusione di tutti i bambini. Abbiamo integrato il parco con due giochi per diversamente abili – ha concluso – proprio per quel desiderio di dare a tutti i bambini pari opportunità e garantire i diritti per l’infanzia».

Un appello al senso civico è stato lanciato anche dal vicesindaco, Fabio Cantarella: «Questa villa – ha detto – è un patrimonio di tutti i cittadini, di spiccato senso civico, che devono diventare sentinelle di questo bene denunciando chi spesso sporca, distrugge, senza motivo un bene così utile e importante».